Camomilla, proprietà curative e benefici

di Cinzia Iannaccio

La camomilla è nota ed utilizzata da millenni nella medicina tradizionale popolare per le sue proprietà calmanti e sedative sia a livello emotivo che gastrointestinale (per il mal di pancia) . Alcuni studi scientifici ne hanno indagato l’efficacia che sostanzialmente è stata dimostrata, mentre sono stati evidenziati benefici nell’assunzione di questo rimedio naturale anche per altri disturbi e patologie. Cerchiamo di scoprirne qualcosa in più…

camomilla benefici

Usi, proprietà e benefici effettivi della camomilla

La camomilla (Matricaria recutita) è considerata una pianta sicura dato il suo utilizzo, specie sotto forma di tisana, da molti secoli ed in numerose culture per alleviare i disturbi di stomaco e per sedare stati di ansia e nervosismo. Molti studi ne hanno confermato l’efficacia specie in prodotti combinati con altre erbe medicinali, per alleviare mal di stomaco e bruciore, ma anche nausea e vomito. Spesso si usa anche per le coliche neonatali.
Risciacqui del cavo orale con camomilla possono alleviare le piaghe provocate da trattamenti per il cancro.
Altri studi scientifici suggeriscono benefici in caso di diarrea nei bambini, emorroidi, ansia e insonnia. Usata a livello topico, sulla pelle, tale rimedio naturale può aiutare a contrastare irritazioni cutanee (alcuni studi suggeriscono addirittura un’efficacia equivalente all’idrocortisone).

Quanto camomilla bisognerebbe assumere ogni giorno?

Non esiste una dose standard di camomilla che vada bene per tutti e per ogni disturbo. Gli studi scientifici hanno usato finora tra i 400 ed i 1.600 milligrammi al giorno in forma di capsule. Abitualmente la si assume però in tisana e se ne bevono da 1 a 4 tazze al giorno all’occorrenza. Farla è molto semplice. Basta mettere in infusione l’estratto della pianta essiccato per 5-10 minuti in acqua calda e lasciar raffreddare.

Rischi e controindicazioni per la camomilla?

La maggioranza degli esperti concorda sul fatto che questo rimedio naturale non ha effetti collaterali pericolosi, anche se in dosi eccessive può provocare sonnolenza e vomito. E’ potenzialmente allergizzante, specie per chi è sensibile alle margherite. Creme per la pelle a base di camomilla possono provocare allergie e irritare gli occhi.

Tale rimedio naturale inoltre contiene una piccola quantità di cumarina, che ad alte dosi e sul lungo periodo possono alterare alcuni valori ematici. Si consiglia inoltre di interrompere l’uso quotidiano ed intenso di camomilla (sotto forma di integratore) circa 15 giorni prima di un intervento chirurgico, in quanto si sospetta che possa avere anomale interazioni con i farmaci per l’anestesia. Altre interazioni da evitare: tra gli integratori di camomilla ed i farmaci sedativi, gli anticoagulanti, gli antipiastrinici, l’aspirina, gli antidolorifici FANS e gli integratori di ginkgo biloba, valeriana ed iperico.
L’uso di integratori a base di camomilla è sconsigliato in bambini e donne incinte, che però possono farne buon uso sotto forma di tisana.

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti similari:

Tè verde, proprietà benefiche, tra miti e realtà

Melograno, proprietà benefiche e controindicazioni

Bacche di Goji, proprietà benefiche e controindicazioni

Proprietà terapeutiche dei mirtilli, tutta la verità

Le proprietà benefiche del mirtillo nero

Aloe Vera controindicazioni, proprietà e benefici

Bacche di Acai, benefici, proprietà e controindicazioni

 

Fonte: Web MD

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>