Perchè si russa?

di Elena Botta

Il russamento è causato da una parziale ostruzione del passaggio dell'aria verso le vie respiratorie, impedendo così una respirazione corretta durante il sonno

gothic_angel

Abbiamo detto qualche tempo fa che la stanchezza cronica può essere correlata ai disturbi del sonno ed in particolar modo a problemi dell’apparato respiratorio come ad esempio le apnee notturne.
Negli ultimi anni le patologie respiratorie legate alla fase notturna sono aumentate in modo esponenziale poichè non venivano riconosciuti come dei veri e propri sintomi collegati a delle specifiche patologie.
Questi problemi respiratori influenzano in modo negativo le cosiddette fasi del sonno, in particola modo le apnee notturne sono il sintomo che ha maggior incidenza sulla continuità del riposo notturno.



Le apnee vengono citate per la prima volta nel 1965 e vengono descritte come delle pause o interruzioni del normale decorso respiratorio durante il sonno.
Queste viaggiano di pari passo con il russamento che risulta essere molto fastidioso anche per chi si trova vicino alla persona che russa.
Il russamento è causato da una parziale ostruzione del passaggio dell’aria verso le vie respiratorie, impedendo così una respirazione corretta durante il sonno;i muscoli della gola tengono la faringe aperta, durante il giorno, mentre durante il sonno questi muscoli si rilassano verso l’interno, dando origine ad un ostacolo al passaggio dell’aria.
Il rumore classico del russamento è provocato da un’eccessiva vibrazione dell’ugola e della parte molle dl palato poichè l’aria è incanalata in uno stretto passaggio.
Questo può essere provocato da: naso bloccato, sinusiti, tonsille ingrossate, eccesso di peso, allergie a diverse sostanze.
Invece se si parla di problemi di tipo congenito, questo è provocato da un’ugola troppo grande e deformità al setto nasale.
In primis, per non russare è importante non mangiare troppo a cena ed evitare l’assunzione di alcol e di evitare di dormire sulla schiena preferendo la posizione su un fianco; di dormire senza cuscino per impedire che si ostruiscano le vie respiratorie; di alzare la testata del letto; ma soprattutto cercare di mantenere il peso corporeo sotto controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>