Sindrome alcolico fetale

di Elena Botta

La sindrome alcolico fetale è la patologia più grave in assoluto per il feto che è causata dal consumo di alcol durante la gravidanza

Abbiamo parlato di patologie quali la sindrome del muscolo piriforme, la sindrome ipocinetica, la sindrome di Asperger, la sindrome di Edwards, la sindrome di Meniere, la sindrome di Reye, la sindrome di Tako Tsubo, la sindrome di George, la sindrome di De Quervain e la sindrome di Dubin – Johnson, oggi vogliamo tornare a parlare delle malattie fetsli che insorgono durante la gravidanza.


La sindrome alcolico fetale è la patologia più grave in assoluto per il feto che è causata dal consumo di alcol durante la gravidanza. Nella letteratura medica moderna sono stati segnalati gli effetti nocivi del consumo di alcol in gravidanza verso la fine degli anni Sessanta; ma per lungo tempo, si era pensato che le anomalie dello sviluppo dei neonati fossero imputabili alla cattiva e scarsa qualità degli spermatozoi, o a fattori di tipo ereditario o di tipo ambientale.

Qui bisogna segnalare che a parità di statura, l’organismo femminile contiene una minore percentuale di acqua rispetto a quello maschile, per cui, dopo aver ingerito una pari quantità di alcol, la concentrazione di questo nel sangue delle donne è maggiore rispetto a quella degli uomini ed in più i tempi di eliminazione dell’alcol, che sono normalmente lunghi nella donna, sono per il feto ancora più dilatati.

Quindi se una donna in gravidanza assume bevande alcoliche, l’alcol giunge direttamente nel sangue del nascituro attraverso la placenta ed ovviamente il feto non essendo in grado di metabolizzare l’alcol come un adulto, viene di conseguenza esposto ai suoi effetti nocivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>