7 luoghi comuni sulla fibrillazione atriale da conoscere

di Cinzia Iannaccio

La fibrillazione atriale, è una malattia del cuore che si ha quando il normale battito cardiaco si altera: può essere pericolosa, perché in tal caso il cuore potrebbe non riuscire a pompare bene il sangue. E’ per questo motivo che è importante conoscere a fondo la fibrillazione atriale, scansando i falsi miti e puntando sui fatti concreti e reali. Ecco i luoghi comuni più diffusi sul tema.

fibrillazione atriale falsi miti

1. Le persone con fibrillazione atriale non dovrebbero guidare FALSO

Dipende dai sintomi: se si hanno vertigini, basta astenersi dalla guida o da altre azioni simili finché non si inizia una cura. Una volta che la fibrillazione sarà sotto controllo con i farmaci non ci sarà più alcun rischio nel mettersi al volante.

2. Le persone con fibrillazione atriale non dovrebbero avere rapporti sessuali FALSO

Non c’è alcun legame medico riconosciuto tra i due fatti. chi soffre di fibrillazione atriale non deve necessariamente rinunciare all’intimità di coppia.

 

3. Il caffé fa male FALSO

E’ anzi vero il contrario se si parla di un consumo moderato di caffé. L’eccesso non va mai bene, ma minime quantità sembrano proteggere il cuore ed il suo ritmo.

 

4. Mangiare il gelato manda in fibrillazione VERO e FALSO

Alcune persone sono suscettibili di un’alterazione del battito cardiaco nel bere o mangiare sostanze fredde come il gelato. Questo però non accade a tutti, non sempre e comunque non significa che una bella bevanda ghiacciata sia preclusa a chi soffre di fibrillazione. Si tratta di eventi rari e dipendono da una particolare sensibilità dell’esofago che passa proprio dietro al cuore.

 

5. La fibrillazione atriale è roba da vecchi FALSO

Questa aritmia può colpire a qualunque età anche se è più comune nelle persone anziane. La diagnosi avviene più di frequente tra i 50 ed i 65 anni. Di solito non manifesta sintomi particolari. Il più delle volte si arriva alla diagnosi solo dopo un controllo di routine.

 

6. Apnea del sonno, fa venire la fibrillazione VERO E FALSO

Non è una causa diretta e non si manifesta sempre, ma è una realtà che per alcune persone affette da apnea del sonno questa possa scatenare un episodio di fibrillazione atriale. Un motivo in più per tenere sotto controllo anche tale condizione.

 

7. Fibrillazione atriale fa venire un attacco di cuore VERO

La possibilità di avere un attacco di cuore è 5 volte più frequente in chi soffre di fibrillazione atriale perché il sangue non circola in modo adeguato. In più aumenta il rischio di ictus in quanto è più facile che con tale condizione si formino dei coaguli di sangue che arrivano al cervello. Tali rischi si abbattono sostanzialmente con i farmaci contro la fibrillazione atriale e/o con gli anticoagulanti.

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti simili:

Fibrillazione atriale parossistica, cause, sintomi, diagnosi e cure

6 Rimedi naturali contro la fibrillazione atriale

Tachicardia atriale, sopraventricolare, sinusale, parossistica, le differenze

Diabete e rischio di fibrillazione atriale

Cardioversione, cos’è, come si fa ed effetti collaterali

Diabete e rischio di fibrillazione atriale

Caffeina e diete non salutari espongono al rischio di aritmie cardiache

 

 

 

 

 

Fonte: Web MD

 

Foto: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>