4 test di screening per il tumore che l’uomo dovrebbe fare

di Cinzia Iannaccio

Gli uomini troppo spesso pensano che basti loro sottoporsi all’analisi del sangue per tracciare i valori del PSA per tenere sotto controllo l’insorgenza del tumore alla prostata e per stare tranquilli su tutti i fronti. In realtà il tumore alla prostata non è l’unica neoplasia a cui devono badare e per cui esistono degli screening che sono particolarmente indicati nella popolazione maschile. Ecco cosa occorre sapere.

4 test screening tumore uomini

Tumore del colon-retto negli uomini

Gli uomini dovrebbero iniziare lo screening all’età di 50 anni, o anche prima se hanno una storia familiare di tumore del colon-retto o di altre patologie che possono rappresentare un fattore di rischio. Numerosi i test che abbiamo a disposizione in tal senso, più o meno invasivi:

  • Ricerca sangue occulto nelle feci ( e test immunochimici)
  • Colonscopia
  • Sigmoidoscopia o rettosigmoidoscopia
  • Clisma opaco a doppio contrasto
  • Colonscopia virtuale

Il servizio sanitario nazionale offre gratuitamente ogni 2 anni il test per la ricerca di sangue occulto nelle feci per uomini e donne tra i 50 ed i 69 anni, nell’ambito dei programmi di screening per il tumore del colon -retto. Nel caso di esito positivo si procede -sempre in ambito di screening gratuito- con la colonscopia.

 

Tumore alla prostata

A partire dai 50 anni, gli uomini dovrebbero parlare con il proprio medico circa i pro ei contro dei test di screening del cancro alla prostata , e poi decidere se vogliono essere testati. Gli uomini ad alto rischio (uomini africani americani e quelli con una storia familiare di malattia) dovrebbero affrontare questo discorso già tra i 40 ed i 45 anni.
Il principale test utilizato nei programmi di screening è il dosaggio dell’ antigene prostatico specifico (PSA) nel sangue. Un altro modo per trovare il cancro alla prostata è l’esame rettale digitale (DRE), in cui il medico mette un dito guantato nel retto per sentire la prostata.  Non c’è dubbio che lo screening può aiutare a trovare molti tipi di cancro alla prostata ed in fase iniziale e curabile, , ma ci sono ancora dubbi sul fatto che questo salvi un maggior numero di vite. Il tema è dibattuto, ma rimane importante sottoporsi agli screening.

 

Cancro ai polmoni negli uomini

Uomini tra i 55 ed i 74 anni specie se fumatori dovrebber valutare con un medico se una TAC a basso dosaggio per lo screening del tumore al polmone è per loro opportuna .
Le persone che non hanno mai fumato o che hanno smesso da molto tempo possono avere egualmente il cancro ai polmoni , ma per loro i rischi dello screening di solito superano i benefici.

 

Cancro della pelle negli uomini

Gli uomini dovrebbero essere consapevoli di tutti i nei e macchie che hanno sulla pelle e segnalare eventuali modifiche a un medico dermatologo. Un esame della pelle dovrebbe essere parte dei regolari check-up per la salute. L’esame dei nei non è assolutamente invasivo e questi non vanno intesi come una problematica meramente estetica. Spesso inoltre sono invisibili all’occhio dell’uomo stesso (perché ad esempio sulla schiena) e dunque non passibili di identificazione per eventuali cambiamenti. Una visita annuale del controllo dei nevi specie dopo i 50 anni è fortemente auspicabile, ma anche in età nettamente più giovanile -per avere un punto di riferimento circa le dimensioni e la forma di tutte le lesioni sospette.

 

Leggi anche:

Diagnosi del tumore alla prostata, tutti i test

Tumore al polmone

Tumore colon retto, i sintomi da non trascurare

Tumore pelle benigno o maligno: tipi e immagini

 

 

Fonte: Cancer.org

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>