Trasfusioni sangue in Italia sicure: nessuna infezione da epatiti e Hiv da 10 anni

di Ma.Ma.

Trasfusioni in Italia sempre più sicure, nessuna infezione da epatiti e Hiv da 10 anni: a dichiararlo è il Centro Nazionale Sangue, organo tecnico del Ministero della Salute e Autorità Competente con funzioni di coordinamento e controllo tecnico-scientifico del sistema trasfusionale nazionale, in riferimento alla sentenza di ieri della Corte D’Appello di Roma sugli indennizzi.


Giancarlo Maria Liumbruno, Direttore generale del Centro, riporta i dati incoraggianti emersi a fronte di una analisi degli ultimi dieci anni di trasfusioni di sangue in Italia.

In virtù dei suddetti interventi, il rischio residuo di contrarre un’infezione a seguito di una trasfusione di sangue è prossimo allo zero, come ampiamente dimostrato dal sistema di sorveglianza nazionale coordinato dal Centro Nazionale Sangue. A fronte di più di 3 milioni di emocomponenti trasfusi ogni anno (8.349 emocomponenti trasfusi ogni giorno), da oltre dieci anni in Italia non sono state segnalate infezioni post-trasfusionali da HIV, virus dell’epatite B e virus dell’epatite C. Le sentenze della magistratura che vengono riportate periodicamente dai media si riferiscono a trasfusioni avvenute negli anni ’80 e ’90, quando il sistema di vigilanza e le stesse conoscenze scientifiche erano molto diverse

Tanti dunque i passi in avanti fatti dall’Italia in materia di qualità e sicurezza e dati che fanno ben sperare tutte quelle persone che sono alle prese con la neccessità di trasfusioni di sangue.

Ti potrebbe interessare anche:

 ESAMI DEL SANGUE PER LE MALATTIE CARDIACHE

SLA, ESAME SANGUE SCOPRE L’AGGRAVARSI DELLA MALATTIA?

 CELLULE DEL SANGUE PRODOTTE DALLA PELLE

 UN BENEFICIO PER IL NEONATO RITARDARE IL TAGLIO DEL CORDONE OMBELICALE

Photo | Pixabay

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>