Come disinfettare biberon e ciucci

di Vito Verna

Come disinfettare il biberon e il ciuccio del nostro neonato

Contrariamente a quanto comunemente creduto non è vero che ogni cosa che entri in contatto con il nostro piccolo debba per forza di cose essere sterilizzata o disinfettata. Evidenze scientifiche delle più recenti, infatti, avrebbero dimostrato come un ambiente non perfettamente asettico sia preferibile e come il contatto, sin dai primissimi mesi di vita del bimbo, con i nostri animali domestici, riduca sensibilmente l’insorgenza di svariate tipologie di allergie.

Detto questo, e ribadendo come una buona igiene personale ed ambientale sia d’obbligo, vediamo quali sono i metodi più comuni, a disposizione di qualsiasi genitore, per disinfettare il biberon e il ciuccio del proprio neonato.

&#9658 PREMESSA Prima di procedere alla disinfezione vera e propria sarebbe bene lavare accuratamente il prodotto con acqua calda e comune detersivo per i piatti. Per i genitori meno apprensivi ricordiamo come, nell’ambiente domestico, questa precauzione sia già di per sé sufficiente.

DISINFEZIONE A FREDDO

Per la disinfezione a freddo, solitamente la più lunga tra quelle che andremo a proporre, sarà sufficientemente immergere il prodotto da disinfettare in una soluzione fredda di acqua e cloro. In commercio, manco a dirlo, esistono i più svariati prodotti, ognuno contenente dettagliati foglietti illustrativi, istruzioni e precauzioni per l’uso da seguire scrupolosamente per evitare errori. Sono tutti, ovviamente, validi; l’importante è che vi sia indicata la presenza di cloro e le diluizioni.

A termine dell’operazione (della durata media di mezzora) i prodotti sono pronti all’uso e non necessitano di essere posti sotto l’acqua corrente.

DISINFEZIONE A CALDO

Questa è la più classica, nonché la più veloce, forma di disinfezione esistente. Conosciuta sin dai tempi più antichi, tanto che sui vari forum e blog della rete si può trovare nella sezione “Rimedi della nonna”, consiste nel far bollire, per non meno di 5 minuti, i prodotti che si desidera sterilizzare. Una volta raffreddatisi saranno pronti per l’uso.

DISINFEZIONE A VAPORE

È la forma di disinfezione più moderna. Consiste nell’acquisto di specifici macchinari (se ne trovano moltissimi in commercio, delle più svariate dimensioni e dei più svariati prezzi) chiamati sterilizzatori.

Gli sterilizzatori, comunemente utilizzati anche come presidi medico-chirurgici, sono nient’altro che apparecchi, dotati di un apposito cestello con pinze per il collocamento e la rimozione dei prodotti da sterilizzare, in grado di sprigionare vapore ad altissime temperature in grado di uccidere qualsiasi forma di vita. I tempi di utilizzano variano tra 1 5 e i 10 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>