Lussazione spalla sintomi, esercizi video e tempi di recupero

di Cinzia Iannaccio

Cosa si intende con lussazione della spalla? E’ un termine medico di facile riscontro in quanto una spalla lussata è un evento relativamente comune, specie in chi fa sport da contatto e-talvolta -anche nei bambini. Per comprendere basti pensare che si sta parlando dell’articolazione più complessa e mobile del corpo umano: permette numerosi movimenti oltre che del braccio anche del torace. Ciò ha però un rovescio della medaglia: più il giunto si muove e più è soggetto a dislocare, lussare, ovvero uscire dalla sua posizione naturale.

Lussazione spalla sintomi, esercizi video tempi recupero

Instabilità della spalla e lussazione (definizione)

Una dislocazione parziale (o sublussazione) indica che il capo dell’omero (osso superiore del braccio) è in parte fuoriuscito dalla sua posizione di presa (glenoideo). Una lussazione completa invece indica che se ne è distaccato del tutto. Il dolore e la dislocazione errata rendono la spalla instabile ed impossibilitata a svolgere tutti i movimenti del caso. In caso di ripetute lussazioni si parla di  instabilità della spalla. L’articolazione della spalla può dislocare in avanti, indietro, o verso il basso. Un tipo comune di lussazione della spalla è quando la spalla scivola in avanti (instabilità anteriore). Questo significa che l’osso del braccio superiore si è spostato in avanti e verso il basso rispetto a quello della sua congiuntura.

 

Sintomi lussazione spalla

I sintomi in genere sono:

  • Dolore
  • Gonfiore
  • Intorpidimento
  • Debolezza
  • Lividi
  • Difficoltà a compiere alcuni movimenti

A volte una lussazione della spalla può strappare legamenti o tendini creando quindi danni seri.

 

 

Come si fa la diagnosi di lussazione della spalla?

Il medico per stilare una diagnosi precisa dovrà eseguire un esame obiettivo- esaminando l’articolazione. I muscoli possono avere degli spasmi che provocano molto dolore, anche durante la visita. E’ possibile che sia richiesta una radiografia. E ‘importante che il medico sappia in che contesto è avvenuta la lussazione e se questa è ricorrente o meno.

 

 

Lussazione spalla rimedi, cure e recupero

Il medico, una volta individuato il problema provvederà a reinserire il capo dell’osso nella sua posizionare corretta. Questo processo è chiamato riduzione chiusa. Il dolore forte il più delle volte si ferma quando l’articolazione della spalla torna a posto. I tempi di recupero in tal caso sono istantanei . Attenzione al fai-da-te: è una manipolazione che va fatta solo da un esperto onde evitare dolore e danni. Talvolta il medico specialista può decidere anche di immobilizzare la spalla per alcune settimane dopo averla “messa a posto”, specie se con la manovra il dolore ed il gonfiore non sono passati. Diventa cioè necessaria una messa a riposo della giuntura. In rari casi può essere necessaria la chirurgia per riparare i legamenti. Questo avviene più di frequente nei giovani atleti.

 

Esercizi

Utili esercizi di riabilitazione una volta che il problema è passato, con lo scopo di rafforzare i muscoli e ripristinare tutta la gamma dei movimenti. E’ necessario farsi consigliare da un fisioterapista, affinché non si eseguano erroneamente movimenti che possano provocare una nuova lussazione. La riabilitazione -come pure gli esercizi per la prevenzione- inizia con leggeri esercizi di tonificazione muscolare a cui aggiungere in una fase avanzata anche dei pesi. Alcuni esempi in questo video:

 

 

Leggi anche:

 

Sindrome da Conflitto sottoacromiale esercizi e terapia

Sindrome da Conflitto Sotto-Acromiale sintomi e cause

Sintomi e cura gomito del tennista

Dolore alla spalla

Lussazione spalla ricorrente, che fare?

Lussazione spalla e anche, questi i sintomi?

Lussazione della testa radiale

 

 

 

 

 

Foto: Thinkstock

Fonte Aaos.org

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>