Gravidanza mese per mese, dal terzo al sesto

di Elena Botta

Ora vediamo quello che avviene dal terzo al sesto mese.

pancia2

Dopo aver parlato dei primi sintomi della gravidanza ora analizziamo mese per mese quello che avviene nel corpo della donna e, dopo aver parlato dei primi tre, ora vediamo quello che avviene dal terzo al sesto mese.
Quindi, dopo aver accertato con un test di gravidanza di essere incinte, dopo l’avvenuta ovulazione e dopo aver passato i primi tre mesi a lottare con le nausee e a vedere i primi cambiamenti del corpo si passa al quarto, in cui la pancia si incomincia a vedere e il feto ha il momento di maggior sviluppo, il battito cardiaco si stabilizza tra i 60 ed i 120 battiti al minuto, lo scheletro è quasi completamente formato ed il feto inizia a reagire agli stimoli esterni.



Infatti da qui in poi il feto chiude gli occhi se percepisce una fonte di luce troppo forte e inizia a succhiarsi il pollice; verso al fine di questo mese la mamma percepisce già i primi movimenti del bambino.
Nel quinto mese l’addome continua a crescere anche perchè i muscoli di quella zona si distendono permettendo al feto di crescere in modo corretto; i capezzoli si scuriscono e possono comparire alcune macchie scure sulla pelle.
In questo mese la colonna vertebrale è completamente formata ed il sistema uditivo è funzionante e il nascituro percepisce già chiaramente gli stimoli esterni e il tatto è come quello di un bambino di un anno.
In questo momento si può dire che è quasi del tutto formato.
Nel sesto mese invece la pancia ormai è diventata molto grande e le ghiandole mammarie si preparano per un eventuale allattamento, infatti se strizzate fanno fuoriuscire il colostro; il feto raddoppia il suo peso e la sua capacità motoria diviene molto articolata, tanto da riuscire a sbattere le palpebre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>