Ipertensione, 6 falsi miti e realtà

di Cinzia Iannaccio

Ipertensione? Conoscere bene di cosa si tratta è fondamentale se la si vuole evitare (con la prevenzione) o se ci si deve convivere. Troppo spesso l’opinione generale che si ha circa alcuni aspetti di questa condizione è errata e ci conduce a fare scelte altrettanto sbagliate nel nostro stile di vita o nell’approccio farmacologico. Ecco quindi ben 8 falsi miti da sfatare sulla pressione alta da conoscere se si vogliono evitare problemi.

ipertensione falsi miti realtà


1.Se c’è familiarità con l’ipertensione non si può fare nulla per evitarla: FALSO

In questi casi si parla di un rischio maggiore e non di certezza! Anzi, sapere di avere un rischio in più di sviluppare ipertensione deve favorire controlli più frequenti ed uno stile di vita adeguato (mantenimento del peso ideale, dieta iposodica, smettere di fumare, attività motoria, ecc.): sappiamo quanto questo aspetto sia fondamentale per tenere lontana la pressione alta

 

2.Basta non usare sale per evitare l’ipertensione (FALSO)

In alcune persone il sodio (o sale da cucina) può aumentare la pressione sanguigna. Ma non usare il sale non significa non assumerne: tanti alimenti pronti ne sono ricchi, dai biscotti ai fagioli in scatola, passando addirittura per il pane! E’ opportuno controllare sempre le etichette. In più se non si tengono sotto controllo gli altri fattori di rischio tutto ciò può non bastare.

 

3.Se ci si sente bene non è necessario misurare la pressione (FALSO)

Nella maggioranza dei casi (fino all’80%) gli ipertesi non lamentano sintomi. Non a caso l’ipertensione è nota anche come “killer silenzioso”. Anche se ci si sente in forma la pressione va sempre controllata: basta poco, meno che fare gli screening ematici di routine!

 

4.Il vino fa bene al cuore (VERO E FALSO)

E’ vero che alcuni componenti del vino fanno bene al cuore, ma non tutti e non in quantità eccessive: un bicchiere di vino rosso a pasto è il limite salutare (mezzo per le donne). Attenzione comunque perché alla lunga l’alcol se consumato con regolarità e continuità può aumentare notevolmente la pressione sanguigna. Da qui si può rischiare insufficienza cardiaca, aritmie ed ictus (tra le varie cose). Troppo alcol inoltre può contribuire a sviluppare trigliceridi alti, alcune forme di cancro, obesità, alcolismo, suicidi e incidenti.

5.In caso di ipertensione bastano i controlli dal medico o i farmaci (FALSO)

E’ opportuno monitorare di frequente i valori se si soffre di ipertensione, anche a domicilio, mantenendo una scheda dei dati dettagliata da fornire al medico al momento del controllo: utile misurare la pressione mattina e sera, possibilmente sempre allo stesso orario e nel medesimo contesto. Utile anche per valutare l’efficacia delle terapie.

 

6.Se con i farmaci la pressione si abbassa si guarisce e si possono sospendere (FALSO E PERICOLOSO)

Purtroppo molte persone una volta messa in equilibrio la pressione grazie ai farmaci antipertensivi, tendono a dimenticarli con facilità o addirittura a sospenderli, pensando di essere guariti. Nella maggioranza dei casi però l’ipertensione è una malattia cronica, che non guarisce e sarà necessario continuare ad assumere i farmaci a vita. Capita anche, dati gli effetti collaterali, che qualcuno li sospenda intimorito: è pericoloso anche in tal caso. Basta anche un solo sbalzo pressorio per provocare un ictus! E’ necessario parlare con il proprio medico curante per aggiustare eventualmente i dosaggi o cambiare farmaco.

 

 

Leggi anche:

 

 

 

Foto: Thinkstock

Fonte: Heart.org

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>