Light è sinonimo di leggero oppure no?

di Elena Botta

I prodotti etichettati come light dovrebbero essere di aiuto a chi non vuole ingrassare

light

Secondo la pubblicità, i prodotti etichettati come light dovrebbero essere di aiuto a chi non vuole ingrassare ma siamo certi che realmente siano più leggeri rispetto a quelli sprovvisti della suddetta dicitura?
Secondo una normativa europea, la dicitura light, leggero appunto, può essere messa per quei prodotti che presentano un contenuto nutritivo ed energetico inferiore almeno del 30% rispetto a quelli normali.



Il problema però è che i prodotti cosidetti light sono molto in voga e la dicitura viene inserita solo per uno scopo pubblicitario per invogliare così il consumatore ad acquistarlo con la convinzione che sia davvero con un apporto minore di calorie. Defiizioni quindi ingannevoli come ad esempio formaggio a fette leggero o biscotti leggeri e vaporosi in realtà stanno solo ad indicare una fittizia inferiorità di grassi o zuccheri ma in realtà sono esattamente identici a quelli normali.
Quando le definizioni di light o leggero vengono abbinate ad altre parole sembra che si voglia addirittura far credere che il prodotto in questione apporti realmente poche calorie e pochi grassi come ad esempio leggero e sano, o leggero e digeribile, o a basso contenuto di zuccheri.
La riduzione invece del contenuto calorico o nutritivo può avvenire mediante un ridotto contenuto di zucchero che viene sostituito da dolcificanti ( che però è importante sottolineare che parte di questi risultano dannosi per la salute come il ciclamato e la saccarina che possono provocare il cancro o l’aspartame che provocherebbe effetti neurotossici come mal di testa o sbalzi di umore ), oppure mediante la riduzione di grassi come ad esempio la margarina non sempre però di origine naturale o l’olio di palma considerato tossico per l’organismo umano.
Quindi il consumo di prodotti light non costituisce di per sè un dimagrimento perchè non migliorano le abitudini alimentari ( anzi, in certi casi si è convinti che se ne possa mangiare di più perchè è magro ), in più c’è da dire che questi prodotti subiscono dei processi di trasformazione con additivi per ottenere un gusto accettabile e una conservazione ottimale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>