Dieta mediterranea per prevenire la depressione

di Luca Bruno

La dieta mediterranea, è provato, protegge da malattie cardiache e cancro, e, secondo un nuovo studio realizzato da ricerctori spagnoli dell'Università di Navarra e Las Palmas, ha i suoi effetti benefici anche contro l'insorgere della depressione.

ulivo

La dieta mediterranea, è provato, protegge da malattie cardiache e cancro, e, secondo un nuovo studio realizzato da ricercatori spagnoli dell’Università di Navarra e Las Palmas, ha i suoi effetti benefici anche contro l’insorgere della depressione.
La ricerca, pubblicata Journal of the American Medical Association, si è basata sullo studio, durato quattro anni, di 10.094 adulti sani, sottoposti ad una serie di questionari che rilevavano la loro aderenza alla dieta mediterranea nell’alimentazione.
I partecipanti di sesso maschile, ex fumatori, sposati e più anziani erano coloro che risultavano più aderenti alla dieta mediterranea, erano più attivi fisicamente e capaci di accumulare maggior energia.

Durante il follow up, nella totalità dei pazienti sottoposti all’esperimento, 480 sono risultati avere i sintomi della depressione, tra questi 156 uomini e 324 donne.

Significativo, secondo i ricercatori è stato il fatto che tra coloro che seguivano più strettamente la dieta mediterranea, i fattori di rischio per la depressione sono risultati ridotti di circa il 30%.

Anche prendendo in considerazione altri fattori, quali lo stato civile, il numero di bambini o fattori associati ad uno stile di vita sano, il rapporto è rimasto immutato. Persino competizione ed ansia non hanno influito sui risultati in maniera significativa.

Sebbene siano necessari studi più ampi di questo per valutare correttamente l’associazione tra dieta mediterranea e prevenzione della depressione, alcuni ricercatori, commentando i risultati, hanno suggerito che un ruolo fondamentale potrebbe averlo l’olio di oliva, che aumenta la quantità di serotonina nel cervello, lo stesso che avviene quando si assumono farmaci anti-depressivi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>