I vizi degli italiani

di Roberto Fassi

fumo

Italia, popolo di ‘viziati’. Il nostro è il Paese della buona cucina, del buon vino, della buona pizza. In altri termini il Paese della buona tavola. Non solo, il nostro è anche il Paese delle belle donne. Del lusso in tempo di crisi, paradosso che non accenna a placarsi. Così, sorge il momento di tirare alcune somme, evidenziando dal punto di vista della salute quali vizi sono nocivi agli italiani.

Si evince che attualmente gli italiani fumano meno ma bevono troppo e non solo; sono grassi e non amano particolarmente muoversi. Questo il quadro decisamente poco idilliaco emerso dalla decima edizione del Rapporto Osservasalute 2012 e redatto dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni italiane. Analizzando i dati si evince anche che le persone in sovrappeso sono principalmente gli uomini mentre ad essere più sedentarie sono le donne; uno dei pochi dati positivi è quello che ha a che vedere con il fumo.

Sono infatti diminuite le persone con il vizio della sigaretta; purtroppo invece anche se i consumatori di alcolici sono diminuiti, a destare preoccupazione è il comportamento di molti giovani e giovanissimi (soprattutto quelli nella fascia di età 11-15 anni) che abusano di alcol ed adottano abitudini estremamente pericolose come il binge drinking. Sarebbe il caso che tutti noi adottassimo stili di vita più salutari e meno pericolosi. Iniziamo muovendoci un po’ di più: con l’arrivo della bella stagione dovremmo essere maggiormente invogliati ad uscire. Approfittiamone per fare ad esempio delle belle camminate in un parco o per riprendere la bicicletta; controlliamo poi con maggiore attenzione l’alimentazione e cerchiamo di limitare al massimo gli alcolici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>