Dieta sana è fondamentale per la salute del cuore

di Alessandro Bombardieri

saborgourmet.com_.wp-content.uploads.dieta-mediterranea

Una recente ricerca condotta dalla Harvard School of Public Health e pubblicata su Jama Internal Medicine conferma che una dieta sana è fondamentale per la salute del cuore, inoltre può ridurre di un terzo il rischio di morire per ogni causa e del 40% per problemi cardiovascolari.


Durante questo studio sono stati presi in esame 4.000 soggetti colpiti da infarto, i quali sono stati divisi in gruppi in base al punteggio assegnato per le scelte alimentari effettuate da ognuno di loro dopo l’infarto. Nel periodo di studio sono morte oltre 1.000 di queste persone, si è scoperto che a morire erano soprattutto quelle persone che avevano continuato a mangiar male anche dopo la crisi. Al contrario, in chi aveva modificato le proprie abitudini a tavola il rischio di morire si era ridotto del 30-40%, grazie soprattutto alla dieta mediterranea.

DIETA MEDITERRANEA FA BENE AL CUORE

I risultati rivelano che la dieta mediterranea integrata con olio extra vergine di oliva o con frutta secca è in grado di ridurre del 30% il rischio di subire un infarto del miocardio, un ictus o una morte per cause cardiovascolari rispetto a una dieta povera di grassi. Lo studio è stato coordinato dal ricercatore Ramon Estruch, presso il Dipartimento di Medicina Interna dell’Hospital Clinic di Barcellona (Spagna) ed ha coinvolto numerosi centri medici, fa parte del progetto PREDIMED, uno studio multicentrico effettuato tra il 2003 ed il 2011 per studiare gli effetti della dieta mediterranea nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari.

I risultati finali dimostrano che una dieta ricca di grassi vegetali è più sana a livello cardiovascolare rispetto ad una dieta povera di grassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>