Disturbo di somatizzazione, cause, sintomi, cure

di Cinzia Iannaccio

Con il termine “Disturbo di somatizzazione” si indica una condizione psichiatrica in cui una persona ha per lungo tempo (ovvero in modo cronico) dei disturbi fisici che coinvolgono una o più parti del corpo, senza una vera causa organica riscontrabile. Si hanno cioè delle condizioni di dolore ed altri sintomi, reali, vere, non simulate. Ecco le cause più comuni, i sintomi correlati e le eventuali terapie.

 

disturbo somatizzazione cause sintomi cure

Disturbo di somatizzazione, le cause più comuni

 

La malattia di solito inizia prima dei 30 anni e si verifica più spesso nelle donne che negli uomini. Il disturbo è più comune nelle persone con sindrome dell’intestino irritabile e dolore cronico. Non tutte le persone che hanno alle spalle una storia di abuso fisico o sessuale soffrono di disturbi di somatizzazione, ma tali esperienze rappresentano un fattore di rischio/ causa in più, non rari. In passato, si è ritenuto che tali condizioni fossero provocate da un intenso stress emotivo e quindi non adeguatamente trattato dal punto di vista sintomatologico. Il dolore in pratica lo si considerava come un fattore immaginario. Oggi, analizzando più a fondo le connessioni tra il cervello ed il corpo, fortunatamente si va via via comprendendo come queste sensazioni negative siano effettivamente vissute in modo concreto e reale, tale da necessitare una qualche forma di terapia.

 

Quali i sintomi?

Le persone con questo disturbo hanno molti disturbi fisici che durano per anni. Il più delle volte, le lamentele riguardano il dolore cronico e problemi con il sistema digerente, il sistema nervoso, e quello riproduttivo. I sintomi spesso interferiscono con il lavoro e le relazioni, e portano a molte visite specialistiche senza mai arrivare ad una diagnosi, il che può indurre molto stress. Lo stress a sua volta può peggiorare la sintomatologia.

Alcuni dei molti sintomi che possono verificarsi con disturbo di somatizzazione sono:

  • Dolore addominale
  • Amnesia
  • Mal di schiena
  • Gonfiore
  • Dolore toracico
  • Diarrea
  • Difficoltà a deglutire
  • Vertigini
  • Mal di testa
  • Impotenza
  • Dolori articolari
  • Nausea e talvolta vomito
  • Dolore durante il rapporto sessuale (dispareunia)
  • Dolore durante la minzione
  • Mestruazioni dolorose
  • Dolore alle gambe o alle braccia
  • Palpitazioni
  • Paralisi o debolezza muscolare
  • Mancanza di respiro
  • Disturbi visivi

 

Diagnosi

 

La diagnosi è chiaramente difficile. Di volta in volta andranno indagate le possibili cause fisiche del sintomo dichiarato ed una volta esclusi si potrà passare ad una valutazione psicologica e poi psichiatrica. Se non si trovano cause fisiche si può emettere una diagnosi di disturbo di somatizzazione.

 

Cure

 

L’obiettivo del trattamento è quello di aiutare a imparare a controllare i sintomi. Avere una relazione di sostegno con un medico è la parte più importante del trattamento. Si dovrebbe avere un unico fornitore di cure primarie, per evitare di avere troppi test e procedure varie. Importante è poi pianificare appuntamenti regolari per esaminare i sintomi e come si stanno affrontando. Il medico deve spiegare i risultati dei test. Affidarsi ad uno psicologo o psichiatra con provata esperienza in disturbi di somatizzazione. La psicoterapia può essere utile, come pure la terapia cognitivo-comportamentale. Con questa si può imparare a riconoscere cosa sembra peggiorare il dolore, se ci sono eventi scatenanti delle crisi più acute, apprendere dei metodi per affrontare i sintomi stessi e soprattutto, come mantenersi attivi nonostante il dolore o gli altri disturbi somatici. Se si soffre anche di depressione o un disturbo d’ansia, possono essere utilizzati anche dei farmaci antidepressivi ed ansiolitici (su prescrizione medica- dello specialista in psichiatria). E’ fondamentale però che la terapia sia complementare, affrontata cioè sui diversi fronti, o il rischio è quello di una dipendenza da farmaci. Interventi psicologici precoci possono aiutare a prevenire un aumento dell’intensità dei sintomi nelle persone inclini a somatizzazione, anche per imparare altri modi di gestire lo stress.

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

Ridurre stress e ansia con la fitoterapia

Sport contro la depressione

Disturbo di conversione, sintomi e cause

Fonte: Medline plus

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>