Sindrome intestino irritabile nell’uomo

di Cinzia Iannaccio

La sindrome dell’intestino irritabile (nota anche come IBS) è caratterizzata da un disagio (o dolore) addominale abbinato ad una serie di altri sintomi, come la diarrea, la costipazione o l’alternanza dei due. E’ una patologia che nell’immaginario comune sembra riguardare (erroneamente) solo le donne. Nella realtà pratica colpisce anche il genere maschile seppur con alcune differenze. Ecco quali.

sindrome intestino irritabile uomo

 

Sindrome intestino irritabile colpisce più gli uomini o le donne?

Nei Paesi occidentali l’incidenza della malattia è 3 volte più alta nelle donne, ma si ritiene che questo non sia un dato preciso in quanto riguarda i casi di IBS diagnosticati: gli uomini sembrano meno propensi alla visita specialistica in caso di sintomi gastrointestinali. Nei Paesi orientali questo dato non a caso si inverte su un 4 a 1.

 

Anatomia

Non vi sono differenze anatomiche tra l’intestinno maschile e femminile, tuttavia questa sindrome si può manifestare con sintomi e disturbi ben differenti tra i due generi. Sostanzialmente la malattia viene vissuta in modo diverso e diseguale è anche la risposta dell’organismo alle cure.

 

Sindrome dell’intestino irritabile nell’uomo tra sintomi e diagnosi

La diagnosi è anche sostanzialmente più difficile negli uomini, o almeno lo è stata fino a poco tempo fa, in quanto lo step iniziale era dato sostanzialmente dai sintomi: Ad esempio, la distenzione addominale- considerara tra i sintomi fondamentali- è prevalente nel genere femminile, ma non è di rilievo in quello maschile. Oggi si tende ad avere criteri diagnostici più neutri, ma le statistiche sono ancora rivolte ai numeri del passato. Inoltre nelle donne un forte input sintomatologico è dato anche dagli ormoni: in prossimità del ciclo mestruale peggiorano i sintomi. Questo ovviamente nell’uomo non accade. Non ha picchi ormonali che influenzano l’apparato gastrointestinale. Le differenze di genere circa l’ attività ormonale nel sistema nervoso enterico (che regola l’attività intestinale) e le sue connessioni con il sistema nervoso centrale meritano molto più studio.

 

La psiche

Per ciò che riguarda il genere maschile non esistono abbastanza studi clinici che indaghino la relazione tra stato emotivo e sindrome dell’intestino irritabile, a differenza che nelle donne.

 

Le cure nell’uomo

Fino a poco tempo fa le uniche differenze di genere nel trattamento di IBS sono state la riluttanza degli uomini a cercare l’assistenza sanitaria, la loro esitazione a rispettare consigli, e forse il rischio minore per interventi chirurgici non necessari.  In realtà sembra che gli uomini abbiano una maggiore risposta ai farmaci e alle terapie laddove le richiedano e riescano a seguirle con costanza ed attenzione. Ma nulla si può dire con certezza perché anche in tal caso esistono pochissimi studi clinici  sugli uomini, occorre approfondire. Ci sono allo stato dell’arte solo “suggerimenti” compreso uno che evidenzia ad esempio come gli uomini sembrino meno responsivi all’ipnoterapia!

L’importante è sempre e comunque rivolgersi ad un medico in caso di continui o ricorrenti sintomi  intestinali come la diarrea o la costipazione, la nausea ed i dolori addominali. Sono disturbi riconducibili a numerosissime patologie, alcune però anche pericolose e quindi una diagnosi tempestiva è fondamentale.

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti argomenti su argomenti simili:

 

 

Sindrome Intestino (colon) Irritabile: cause, sintomi e cure

Ipnosi contro la sindrome da intestino irritabile

Sintomi sindrome dell’intestino irritabile

 

 

 

Foto: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>