Prurito al pene e sintomi da non trascurare

di Cinzia Iannaccio

Il prurito al pene può essere un riscontro tanto frequente quanto innocuo e passeggero, magari legato ad un po di sudore in più e/o alla possibilità di non aver avuto una buona igiene nell’urinare. Quando però il problema persiste nonostante la pulizia e si aggiungono altri disturbi, il prurito al pene può essere sinonimo, o meglio sintomo di alcune patologie, più o meno serie. Analizzare i disturbi correlati aiuta a comprendere meglio il problema e come risolverlo, previa sempre una visita specialistica con uno spec ialista in andrologia o urologia. Vediamo nel dettaglio:

prurito al pene sintomi non trascurare


Prurito al pene e sintomi uro- genitali

Il prurito al pene si può accompagnare ad altri sintomi che colpiscono il sistema uro-genitale. Tra questi ci sono:

  • Scarico o pus
  • Minzione difficile o dolorosa (disuria)
  • Minzione frequente
  • Grumi o piaghe
  • Dolore durante i rapporti sessuali
  • Eiaculazione dolorosa
  • Eruzione cutanea sul pene
  • Arrossamento, calore o gonfiore del pene
  • Dolore ai testicoli

 

 

Altri sintomi che possono verificarsi con prurito del pene

  • Sintomi simil-influenzali (febbre, stanchezza, mal di gola, mal di testa, tosse, dolori diffusi e sensazione di malessere generale)
  • Prurito della pelle in altre parti del corpo
  • Nausea con o senza vomito
  • Ingrossamento dei linfonodi

 

Sintomi da non trascurare

Prurito del pene non è un’emergenza, ma può essere un segno di una malattia che può essere trasmessa ad altri e/o arrecare complicanze gravi. E’ dunque necessario rivolgersi subito ad un medico se il prurito al pene persiste con i seguenti altri disturbi:

  • Scarico o pus
  • Febbre alta
  • Eruzione cutanea
  • Gonfiore, calore o arrossamento

 

 

 

Le cause da non trascurare di prurito al pene

Alla base dei sintomi sopra descritti collegati al prurito al pene ci sono le seguenti patologie, contagiose e che se trascurate possono avere anche serie complicanze:

  • Chlamydia
  • Verruche genitali (papillomavirus umano o HPV, l’infezione)
  • Gonorrea
  • Herpes
  • Mollusco contagioso
  • Pidocchi
  • Scabbia
  • Trichomonas vaginalis

 

 

Altre cause di prurito del pene

Il prurito al pene può essere provocato anche dalle seguenti condizioni di salute:

 

  • Reazioni allergiche
  • Balanite (infiammazione del prepuzio)
  • Dermatite
  • Irritazione da sostanze chimiche come saponi o detergenti
  • Lichen sclerosus et atrofico (rara condizione della pelle che prvoca sbiancamento e assottigliamento della pelle, con chiazze)
  • Malattia di Peyronie
  • Psoriasi (malattia infiammatoria della pelle cronica)
  • Tinea cruris (infezione fungina dell’inguine)
  • Infezioni del tratto urinario

 

Cosa si rischia se si trascura il prurito al pene?

Poiché la causa può essere una malattia seria, è importante non sottovalutare questo sintomo e richiedere ad un medico specialista una diagnosi ed una cura adeguata. Il rischio, se non lo si fa, è di incappare in problematiche serie e danni permanenti all’apparato sessuale. Quali?

  • Difficoltà o incapacità di ritrarre il prepuzio
  • Infertilità
  • Tumore del pene o dello scroto
  • Cicatrici e restringimento dell’apertura del pene
  • Cicatrizzazione del pene
  • Diffusione dell’ infezione ad altri organi
  • La trasmissione delle malattie sessualmente trasmissibili a partner sessuali

 

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti simili:

 

Prurito al glande, cause e rimedi

Prurito al pene, tutte le cause e cosa fare

Infiammazione del glande (balanite), cause, sintomi e terapia

Prurito e gonfiore al glande, cause e cosa fare

Macchie bianche sul glande, cause e cosa fare: andrologo risponde

 

Foto: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>