Esercizi Kegel uomo, benefici e pratica

di Cinzia Iannaccio

Gli esercizi di Kegel nell’uomo possono essere utili per il controllo della vescica in caso di incontinenza urinaria o fecale e per migliorare le prestazioni sessuali in presenza di eiaculazione precoce. Ecco come questa pratica funziona, perché e come eseguirla per trarne rapidamente dei benefici.

esercizi kegel uomo

Benefici degli esercizi Kegel nell’uomo

Gli esercizi di Kegel per gli uomini -così come per le donne – servono a rafforzare i muscoli del pavimento pelvico che sostengono la vescica e l’intestino. Molti fattori possono indebolire questi muscoli, compresa la rimozione chirurgica della prostata (prostatectomia radicale) e condizioni di salute particolari come il diabete o la vescica iperattiva.
Si può trarre beneficio dal fare esercizi di Kegel se si soffre di incontinenza urinaria o fecale e –come suggeriscono alcuni studi scientifici ancora da approfondire e confermare- anche in caso di disfunzione erettile o eiaculazione precoce.

Come fare gli esercizi di Kegel

Ci vogliono impegno e concentrazione per identificare i muscoli del pavimento pelvico e capire come contrarli e subito dopo rilassarli. Ecco alcune indicazioni:

  • Per identificare i muscoli del pavimento pelvico, interrompere la minzione a metà del getto. Quelli che vengono utilizzati sono i muscoli giusti. Se li si contraggono davanti ad uno specchio sarà posibile notare come la base del pene si alzi verso l’addome ed il volume dei testicoli sembrerà aumentare.
  • Una volta identificati i muscoli ed il movimento svuotare la vescica e sdraiarsi sulla schiena con le gambe piegate: contrarre i muscoli e tratterere la posizione per 3 secondi. Rilassare per altrettanto tempo e ripetere per 3- 4 volte.
  • Per ottenere i migliori risultati, fare attenzione a non contrarre anche i muscoli addominali, delle cosce o dei glutei. Evitare di trattenere il respiro, ma al contrario respirare liberamente.

 

 

Quando fare gli esercizi di Kegel

L’obiettivo per avere efficacia sarà quello di fare almeno 3 serie da 10 ripetizioni al giorno. Una volta perfezionato il movimento e rafforzati i muscoli sarà possibile provare a fare gli esercizi di Kegel seduti, in piedi o anche camminando. Ciò ci fa comprendere come quindi sarà facile svolgere la propria routine kegeliana in qualunque momento del giorno, senza fermarsi dalle attività abituali o senza che qualcuno se ne accorga. Gli esperti suggeriscono di abbinarli a determinati momenti della quotidianità: una serie ad esempio al mattino mentre ci si lava i denti o si fa colazione, una seconda serie dopo aver fatto pipì o in seguito a qualche movimento intestinale. Una terza durante il viaggio in macchina al ritorno dall’ufficio (tanto per fare degli esempi). Altresì è consigliato contrarre i muscoli del pavimento pelvico subito prima e durante una qualunque attività che coinvolge l’addome (starnuti, tosse, sollevamento di un peso) e durante l’attività sessuale per mantenere l’erezione o ritardare l’eiaculazione.

I risultati di efficacia dopo quanto tempo sono visibili?

Se si svolgono gli esercizi di Kegel con regolarità entro 3-6 settimane sarà possibile avere i primi risultati, come un miglioramento in caso di perdita di urine.

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti correlati:

Incontinenza urinaria uomo: cause e rimedi naturali

Calcoli vescicali, tutte le cure e i rimedi

Eiaculazione precoce, rimedi, cure e consigli

 

 

Fonte: Mayo Clinic

Foto: Thinkstock

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>