I sintomi più comuni dell’allergia al nichel

di Ma.Ma.

Sapete quali sono i sintomi più comuni dell’allergia al nichel? E’ questo un disturbo molto più frequente di quello che si potrebbe pensare, ecco perché occorre individuarlo fin da subito per non aumentare la portata dei sintomi che, in alcuni casi, si possono rivelare anche particolarmente fastidiosi.

Elenchiamo dunque i principali sintomi legati a questo tipo di allergia. Intanto, un campanello di allarme importante deve scattare quando per lungo tempo arrossamento della pelle e dermatiti, con desquamazioni e bruciore. In questo caso rivolgersi a un dermatologo è importante. I sintomi collegabili all’allergia al nichel possono essere anche tanti altri. Nell’ordine prurito accompagnato spesso anche dalla comparsa di piccole pustole nelle zone che sono entrate a contatto con oggetti metallici.

DERMATITE AL NICHEL, UNA POMATA AL CALCIO PER GUARIRLA

Anche nausea e vomito possono essere tra i sintomi più comuni dell’allergia al nichel. Se per lungo tempo quindi soffrite di questi disturbi, indagate a fondo escludendo che siano appunto ricollegabili a questo tipo di allergia. Tra i sintomi più comuni anche mal di testa, capogiri e vertigini oltre che difficoltà a riposare bene e variazioni del peso (che aumenta o diminuisce in modo repentino). Problemi respiratori e tachicardia possono essere altri campanelli di allarme da non sottovalutare e che potrebbero ricondurre tipici di questo disturbo.

Ma che cos’è il nichel? Si tratta di un è un metallo appartenente al gruppo del ferro che è largamente presente in alcuni alimenti: pomodori, cacao e cioccolato, semi di soia ma anche farina di mais, farina integrale e di avena e frutta secca.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>