Tumori: i vegetariani meno a rischio

di Luca Bruno

I vegetariani hanno il 12 per cento in meno di probabilità di sviluppare il cancro rispetto a coloro che mangiano carne.

vegetali

I vegetariani hanno il 12 per cento in meno di probabilità di sviluppare il cancro rispetto a coloro che mangiano carne.
Questi i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista British Journal of Cancer.

La ricerca ha coinvolto più di 61.000 persone, vegetariani e non, per oltre 12 anni, durante i quali a 3350 di questi sono stati diagnosticati tumori.
Si è così scoperto che il rischio di contrarre il cancro dello stomaco, alla vescica ed al sangue è stato inferiore nei vegetariani rispetto ai carnivori.

La differenza più eclatante è stato nelle forme tumorali che colpiscono il sangue, come la leucemia, il mieloma multiplo ed il linfoma non-Hodgkin: per queste malattie il rischio è risultato minore tra i vegetariani di ben il 45%.

Lo studio, che ha analizzato il rischio di insorgenza di 20 diversi tipi di tumore, ha riscontrato che la differenza tra vegetariani e carnivori è indipendente rispetto ad altri comportamenti a rischio come il fumo, il consumo di alcool e l’obesità.

Risultati quindi interessanti che aggiungono ulteriori conferme a ciò che già si sapeva, cioè che la nostra alimentazione è coinvolta direttamente nel rischio di contrarre tumori.

Quello che è stato il risultato più singolare, ovvero la diminuita incidenza dei tumori al sangue nei vegetariani rispetto ai carnivori, è il dato ancora inspiegabile, ed ulteriori esami saranno necessari per comprendere il perchè di tale effetto di prevenzione della dieta vegetariana sull’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>