Rischi della rinoplastica

di Elena Botta

La rinoplastica è un intervento chirurgico che ha lo scopo di rimodellare il setto nasale per un diletto meramente estetico o a fronte di incidenti che hanno deviato il setto o a seguito di gravi patologie che non permettono una corretta respirazione

Naso-Neus1-Mod-Small

Qualche tempo fa abbiamo parlato dei rischi della mastoplastica additiva e oggi vogliamo continuare a parlare dei rischi che si possono verificare dopo un altro intervento di chirurgia estetica: la rinoplastica.
La rinoplastica è un intervento chirurgico che ha lo scopo di rimodellare il setto nasale per un diletto meramente estetico o a fronte di incidenti che hanno deviato il setto o a seguito di gravi patologie che non permettono una corretta respirazione.
Questo intervento viene eseguito in sala operatoria e può essere effettuato sia in anestesia generale oppure in neuroleptoanalgesia, ossia tramite la somministrazione endovenosa di farmaci induttori di uno stato di forte rilassamento fisico e psichico.



L’operazione inizia con alcune incisioni all’interno del naso e poi vengono rimodellate le parti ossee e cartilaginee; questo ha lo scopo di eliminare un’imperfezione congenita rendendo il naso armonico con il resto del viso.
L’operazione di rinoplastica può ritenersi un’operazione sicura, poichè il rischio di complicanze è minimo ed è collegato alla somministrazione di alcuni farmaci; le infezioni si manifestano molto raramente e vengono curate tempestivamente ed in loco.
Mentre è possibile che si manifestino, a stabilizzazione avvenuta, piccole irregolarità morfologiche che vengono però subito corrette con un intervento in anestesia locale o tramite delle iniezioni localizzate.
Diciamo che l’unico elemento di disturbo è dato dal grande ematoma che compare sul viso dopo l’intervento e che perdura per circa due settimane.
E’ importante, dopo l’operazione di rinoplastica non lavarsi i capelli per una settimana, non portare gli occhiali, non andare in scooter o in moto, non esporsi al sole e non praticare sport faticosi per un paio di settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>