Lupus eritematoso sistemico

di Vito Verna

Come individuare il Lupus Eritematoso Sistemico, le cause di insorgenza e le principali terapie.

Abbiamo cominciato ad occuparci, in maniera generica, delle malattie autoimmunitarie, sistemiche o no, che possono affliggere il corpo umano e sono difficilmente individuabili poiché presentano una sintomatologia cangiante che, molto spesso, può venir confusa con quella classica di una differente patologia che, però, compisce i medesimi organi o tessuti.

La situazione si complica, come si può facilmente intuire, nel caso in cui la malattia autoimmune sia sistemica e colpisca l’intero organismo interessando interi distretti e, dunque, creando ancora maggiore confusione nel medico che deve elaborare una diagnosi.

Detto questo affermiamo che, da oggi, vogliamo occuparci, nello specifico, delle principali patologie immunitarie cominciando a descrivere il Lupus eritematoso sistemico.


LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO

Cominciamo col dire che il Lupus eitematoso sistemico, più conosciuto semplicemente come Lupus, è una malattia autoimmune sistemica che deve il proprio nome al classico eritema, detto a farfalla, che compare sul viso di tutti i pazienti affetti da tale disturbo e che ricorda vagamente i tipici segni bianchi che si possono individuare sul muso dei lupi.

Essendo una patologia sistemica, come ribadito più volte, interessa molti organi e tessuti del corpo umano. Nonostante questo, in considerazione del fatto che il distretto di insorgenza sia stato individuato nei reni e che questi risulterebbero essere gli organi più danneggiati, il Lupus è comunemente classificato tra le malattie reumatiche.

EZIOLOGIA DEL LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO

Nonostante sull’argomento siano stati fatti diversi studi, giacché codesta malattia necessita di approfondimenti continui che possano svelarne i misteri e consentire ai pazienti di poter guarire o di vivere una vita normale, non sarebbero ancora state individuate le cause di insorgenza del Lupus sebbene vi sia una certa propensione a credere che fattori ambientali, più che genetici, possano scatenare la patologia in questione.

Secondo una ricerca condotta negli Stati Uniti d’America, infatti, l’eziologia del lupus sarebbe da ricercarsi quasi esclusivamente in fattori socio-economici giacché i pazienti statunitensi apparterebbero ad etnie (come quella ispanica o africana) universalmente note per essere svantaggiate.

Altri, probabili, fattori scatenanti potrebbero essere eventi ormonali stressanti come il passaggio alla pubertà o l’inizio di una gravidanza (si ritiene che questo sia possibile poiché, a livello mondiale, i pazienti risultano essere in larga misura donne in età fertile).

SINTOMI DEL LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO

Il Lupus è individuabile, secondo l’Associazione Americana di Reumatologia, dai seguenti segni e sintomi:

– eritema a farfalla sul viso

– fotosensibilità

– ulcere delle mucose

– artrite

– infiammazione della pleura

– infiammazione del pericardio

– attacchi epilettici

– anemia

– piastrinopenia

– leucopenia

CURARE IL LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO

Il Lupus, purtroppo, è una malattia cronica e, una volta contratta, vi è soltanto la possibilità, remota, della remissione di alcuni dei sintomi più gravi e debilitanti ma non già la loro definitiva scomparsa o la completa guarigione.

Il Lupus, dunque, costringe il paziente a frequenti controlli della propria condizione clinica e all’assunzione costante di medicinali.

Ad oggi la terapia più efficace si compone di:

– antimalarici

– cortisonici

– antiflogistici

– immunosoppressori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>