Donne e sesso: dopo i 40 anni l’insoddisfazione aumenta

di Roberto Fassi

image-articolo-sesso-cura-per-il-mal-di-testa

Brutte notizie per gli uomini. Pare che nel nostro Paese, una donna su tre di età compresa tra i quarantacinque e i sessantanni si dichiari insoddisfatta dal punto di vista sessuale. Parola di sessuologi e opinionisti.

Il dato è stato diffuso ai media da Alessandra Graziottin, la quale è il direttore del Centro di ginecologia. La Graziottin è una sessuologia medica dell’ospedale San Raffaele Resnati di Milano. Giorni fa nel corso di un incontro promosso da Pfizer per annunciare il lancio di una nuova versione della pillola blu.

Fra le donne che si dichiarano insoddisfatte della vita sotto le lenzuola, spiega l’esperta, il 28% accusa un calo del desiderio sessuale, il 22% disturbi dell’eccitazione, il 18% anorgasmia. E spesso, assicurano gli specialisti, dietro a questi problemi c’è la disfunzione erettile.
La Graziottin ha dichiarato che
La disfunzione erettile può avere conseguenze importanti anche sulla donna e sulla sua salute sessuale. Non a caso 6 donne su 10 si dicono insoddisfatte del proprio rapporto con il partner che soffre del disturbo. Lo specialista oggi può ridurre la vulnerabilità della donna ai disturbi sessuali anche trattando presto ed efficacemente il suo partner.
Le donne, dunque, dai 45 anni in su si trovano insoddisfatte. Sicuramente il viagra può essere un buon palliativo contro i problemi legati alla disfuzione erettile, ma quanto può durare? Gli altri problemi, come affermano le percentuali degli esperti, riguardano un fisiologico calo del desiderio, anorgasmia, problemi di natura emozionale.
Le soluzioni? Difficile trovarne. In tutto ciò, è comunque positivo sapere che le italiane hanno una vita sessuale lunga e che desiderano sentirsi appagate a tutte le età.

Commenti (2)

  1. L’insoddisfazione sessuale di una parte di italiani (vuoi per precocità eiaculatorie vuoi anche per problematiche tipicamente femminili) porta a considerare che eventuali disfunzioni della sessualità comportino una cura sessuologica, a volte psicologica (di ciò che è, ovviamente, curabile…). Tuttavia conviene, prima di ricercare cure per possibili “defaillances” sessuali manifestate in coppia, spesso imprevedibilmente, prepararsi ad una sessualità felice con il proprio partner (anche occasionale) tramite un possibile percorso di prevenzione come riportato in almeno due capitoli del Manuale pratico del benessere patrocinato dal club UNESCO: si tratta di un percorso di auto aiuto seguendo prescrizioni sessuologiche, consigli psicologici pratici, praticando conoscenze naturopatiche e, se necessario anche modificando il proprio regime nutrizionale.

  2. Io ordino farmaci sempre su internet, mi piace che tutto procede in modo anonimo e nessuno non sa dei tuoi problemi con la salute. E poi il viagra per donne prezzo in farmacia online è sempre più basso che in farmacie publiche. http://medicineronline.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>