Stress sociale fra gli studenti

di Vito Verna

La ricerca della popolarità, e lo stress derivante dalla conquista del successo, starebbero riuscendo a distogliere, definitivamente, l'attenzione degli studenti dai libri.

Ciò che davvero sconvolge gli studenti del terzo millennio non è, come ci si potrebbe attendere, la preoccupazione derivante da scarsi rendimenti o la difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro.

Ciò che, davvero, stressa i giovani d’oggi, specialmente tra i banchi di scuola, è la questione della popolarità.


LO STRESS INFLUISCE SU QUALITÀ E DURATA DEL SONNO TRA I GIOVANI

I modelli fuorvianti presentati dalle televisioni di mezzo mondo, purtroppo, avrebbero finito per condizionare la realtà, instaurando nel singolo la paura di venir additato e catalogato, sin dal primo sguardo, in una delle due grandi categorie nelle quali, oggi, si suddivide il globo: perdenti o vincenti.

La paura etica del senso di colpa, dunque, si sarebbe trasformata nella ben più pericolosa paura estetica della vergogna che ha il (tragico) merito di riuscirsi ad insinuare nella psiche dell’individuo condizionandone e modificandone l’esistenza presente e futura in modi che, tutt’oggi, sono ancora inspiegati e per certi versi, inspiegabile.

LO STRESS SOCIALE COME FATTORE SCATENANTE DI OBESITÀ E ARTERIOSCLEROSI

Lo stress sociale, dunque, trasformerebbe profondamente gli studenti che, se fino a ieri consideravano utile riuscire nella scuola (dal punto di vista delle votazioni e dei risultati conseguiti) per riuscire nella vita, oggi hanno messo da parte i successi scolastici (comunemente intesi) a favore del conseguimento della popolarità, ormai unica discriminante per stabilire che ha avuto successo nella scuola ( e probabilmente avrà successo nella vita) e chi, al contrario, sarà e resterà un perdente.

Si creerebbe, in definitiva, una specie di strano, fuorviante, pericoloso circolo vizioso. Chi, infatti, è additato come popolare, nonostante non si interessi agli studi nel tentativo di mantenere inalterato il proprio status sociale, risulta vincente anche nelle votazioni poiché decisamente più sicuro di sé e delle proprie potenzialità.

Chi invece, è stato additato come perdente, cercherà, ogni giorno, di conquistare una posizione considerata irraggiungibile. Questa condizione, però, farà crollare, alla lunga, la fiducia in sé dello studente che comincerebbe a collezionare voti più bassi rispetto a quanto potrebbe, realisticamente, ottenere.

L’ESCLUSIONE SOCIALE AGGRAVA CERTI TUMORI

I voti, comunque e in definitiva, sono toccati soltanto tangenzialmente da codesta analisi, rappresentando un semplice corollario all’assioma che abbiamo voluto proporre: lo stress sociale, derivante dalla popolarità, fa si che gli studenti mettano da parte i libri per cercare di conquistare o mantenere inalterata una posizione di importanza all’interno della comunità analizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>