Blackberry thumb, lesioni ai tendini del pollice dall’uso di dispositivi palmari

di Luca Bruno

Anche se per ora nessuno studio ha ancora verificato l'incidenza o l'importanza dei danni alle dita provocati dall'uso intensivo dei tastierini esiste già un nome informale in inglese per questo disturbo: Blackberry Thumb.

blackberry

Anche se per ora nessuno studio ha ancora verificato l’incidenza o l’importanza dei danni alle dita provocati dall’uso intensivo di dispositivi palmari e telefoni con tastiera incorporata, esiste già un nome informale in inglese per questo disturbo: “Blackberry Thumb”, che descrive l’occorrere di lesioni alle dita causate dal loro ripetitivo utilizzo sulle piccole tastiere.

Dapprincipio si comincia a provare dolore al pollice, e si comincia ad usare un altro dito, poi il dolore coinvolge anche il secondo dito e così via, finchè tutte le dita della mano sono doloranti a tal punto da rendere impossibile l’utilizzo del dispositivo palmare.

Una sindrome che occorre quando si tengono continuamente in tensione i muscoli, un po’ lo stesso meccanismo del “gomito del tennista”.

Le lesioni provocate da movimenti ripetitivi non sono certo una novità per coloro che sono spesso a stretto contatto con dispositivi elettronici ed informatici come computer e laptop, e secondo i dati statistici forniti dall’U. S. Bureau of Labor Statistics, negli Stati Uniti un terzo degli infortuni sul lavoro segnalati nel 2003 erano comprese nella categoria dei disturbi muscolo scheletrici, tra i quali sono compresi proprio i disturbi da movimento ripetitivo.

Se in passato i primi ad essere interessati erano schiena, gambe, e polsi, oggi, con la diffusione dei dispositivi palmari, anche i disturbi alle dita cominciano a diventare sempre più frequenti, così come diventano sempre più frequenti anche i disturbi legati all’utilizzo sempre più diffuso dei videogiochi.

All’inizio di quest’anno, l’American Society of Hand Therapists ha pubblicato un avviso ai consumatori riguardo al rischio, per chi utilizza gadget elettronici per i quali si necessita di un ampio uso del pollice – il meno agile tra le dita della mano – di riscontrare un gonfiore doloroso della guaina che avvolge i tendini.

Un uso normale dei dispositivi palmari non è in grado di causare un disturbo di tal portata, non accade cioè se si risponde sul proprio cellulare alle mail in arrivo digitando frasi semplici e brevi, come per esempio dei semplici “Si” e “No”.

Potrebbe invece accadere a coloro che lavorano perennemente in contatto attraverso la rete, ed utilizzano il cellulare anche per inviare mail lunghe ed elaborate, con il rischio appunto di provocare il disturbo in questione.

Per ovviare all’insorgere di dolori o lesioni gli esperti propongono di fare frequenti pause quando si utilizzano i dispositivi palmari, lasciando a riposo il braccio per qualche tempo tra una mail e l’altra.

Anche i produttori di consolle per videogiochi si preoccupano di dare ai clienti informazioni in merito, consigliando, nel manuale d’uso, una pausa di 10-15 minuti ogni ora di gioco e riposo immediato qualora dopo diverse ore di gioco si cominci a verificare un senso di intorpidimento ed indolenzimento della mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>