In che modo lo stile di vita influisce sulla demenza senile?

di Luca Bruno

Lo stile di vita influisce sulla demenza senile, dalla dieta ai livelli di istruzione, dal diabete alla depressione.

fruttaeverdura

Secondo una nuova ricerca è possibile ridurre l’incidenza della demenza senile intervenendo sui tassi di diabete e depressione, migliorando il grado di istruzione e cambiando abitudini alimentari favorendo l’apporto di frutta e verdura.
Se la causa esatta per cui insorge la demenza è a tutt’oggi sconosciuta, sono tanti i fattori di rischio individuati, modificando i quali si riducono le probabilità di diventare affetti da questa condizione.
Tra questi si contano precedenti di depressione, il tipo di dieta, il consumo di alcolici ed alcuni disturbi vascolari come le malattie cardiache e gli ictus, la pressione alta, l’obesità, il diabete ed il colesterolo elevato nel sangue.

La ricerca ha coinvolto 1.433 persone sane di più di 65 anni residenti nel sud della Francia. Tutti sono stati sottoposti ad un test cognitivo sia all’inizio dello studio che dopo due, quattro e sette anni.

Ai partecipanti è stato chiesto di fornire anche dati personali come il tipo di dieta, il livello di istruzione, il reddito e l’eventuale consumo di tabacco ed alcool.

I ricercatori hanno calcolato che riducendo depressione e la percentuale di diabetici, insieme ad un’alimentazione a base di frutta e verdura si avrebbe globalmente un calo di almeno il 21% di nuovi casi di demenza senile, mentre riducendo solo la depressione già si assisterebbe ad un significativo calo di almeno il 10% di nuovi casi, anche se i ricercatori ammettono che il nesso di causalità tra la depressione e la demenza non è ancora stato compreso.

Anche aumentare i livelli di istruzione ridurrebbe di circa il 18% dei casi nell’arco di 7 anni, mentre agire sul principale fattore di rischio genetico vedrebbe una riduzione globale intorno al 7%.

I risultati dello studio suggeriscono dunque che tra le iniziative di sanità pubblica messe in campo per contrastare l’insorgere della demenza senile quelle più efficaci dovrebbero concentrarsi su screening precoci di intolleranza al glucosio e l’insulino-resistenza (le cause principali dello sviluppo del diabete), promuovere l’alfabetizzazione ed incentivare diete salutari.

Fonte HealthDay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>