Gravidanza tardiva: aumenta il rischio di bambini autistici

di Luca Bruno

Complicanze durante la gravidanza e gravidanze portate a termine in madri non più giovani sembrano essere le cause dell'aumento dei fattori di rischio per l'autismo.

pancia3

Complicanze durante la gravidanza e gravidanze portate a termine in madri non più giovani sembrano essere le cause dell’aumento dei fattori di rischio per l’autismo.
Alcuni ricercatori hanno scoperto, analizzando circa 40 diversi studi, che l’insorgenza dell’autismo sembra possa essere associato all’aumento medio dell’età in cui le donne partoriscono ed in parte anche all’età del padre.

Lo studio, apparso nel British Journal of Psychiatry, afferma che il numero di bambini autistici è aumentato esponenzialmente negli ultimi 30 anni.

Sebbene ciò si debba considerare come il frutto del miglioramento di rilevazioni e diagnosi e dall’ampliamento dei criteri con cui si valuta l’autismo, nove studi su 13 analizzati hanno comunque rilevato un aumento del rischio superiore quanto più la madre è anziana, un gruppo demografico questo, che un tempo era piuttosto ridotto e che oggi è in rapida crescita.

Il rischio è risultato essere superiore del 27% tra le donne comprese tra i 30-34 anni di età rispetto alle madri di età compresa tra i 25 ed i 29 anni, e, se si compara il rischio ra le donne di 30 anni con quelle superiori a 40 il rischio è praticamente il doppio.

Per quanto riguarda il padre, ogni 5 anni il rischio aumenta del 4%.
Le ragioni biologiche di ciò non sono ancora chiare, ma molti scienziati sospettano che possano concorrere anomalie cromosomiche che si sviluppano nelle uova delle donne più anziane così come nello sperma maschile.

Tra le altre cause che aumentano i fattori di rischio di partorire bambini autistici troviamo il diabete gestazionale, associato ad un aumento dei fattori di rischio del doppio, e le emorragie durante la gravidanza, che aumenta i fattori di rischio dell’81%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>