Malattie reumatiche e autoimmuni, disturbi della pelle campanello d’allarme?

di Ma.Ma.

I disturbi della pelle possono un campanello d’allarme da non sottovalutare per una pronta individuazione di alcune malattie reumatiche e autoimmuni? Sì, e a sottolineare l’importanza di non sottovalutare alcune lesioni dell’epidermide, specie se frequenti, è Piergiacomo Calzavara Pinton, Presidente SIDeMAST (Società Italiana di Dermatologia) e Direttore della Clinica di Dermatologia, «Spedali Civili» di Brescia.

Nell’intervista riportata dal Secolo XIX, l’esperto puntualizza:

Alcune manifestazioni cutanee di diverso tipo rappresentano il primo segno dell’instaurarsi di malattie di natura autoimmune o reumatologica che possono anche essere molto gravi perché colpiscono organi interni e/o l’ apparato osteomuscolare. L’ esempio più noto è quello della psoriasi cutanea che in un 20% dei casi si associa ad artrite. Anche altre malattie autoimmuni gravi e sistemiche, tuttavia, come lupus, dermatomiosite, sclerodermia, e vasculiti sono precedute o si accompagnano a specifiche lesioni cutanee

Molti disturbi della pelle, dunque, devono necessariamente essere approfonditi. Come? Con una visita dermatologica che sia in grado di mettere a fuoco le cause che determinano alcuni sintomi specifici.

Ti potrebbe interessare anche:

Dolori articolari diffusi, tutte le cause

Malattie reumatiche, sintomi sottovalutati

Pelle liscia e vellutata con il bicarbonato di sodio

Pelle secca, idratarla con il miele

Salute della pelle, 5 cose da non sottovalutare

Photo | Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>