Testosterone basso, sintomi uomo e cause

di Cinzia Iannaccio

Cosa accade quando un uomo ha il testosterone basso? Ciò che il genere maschile teme di più è senza dubbio un disturbo dell’erezione, ma in realtà il testosterone è un ormone necessario a numerose altre importanti funzioni organiche: è prodotto principalmente nei testicoli, serve per lo sviluppo e la funzione sessuale essendo responsabile della produzione di sperma e del desiderio sessuale, ma è anche indispensabile per la costruzione muscolare e della massa ossea, oltre che della distribuzione del grasso corporeo e della produzione dei globuli rossi. Livelli bassi di testosterone nel sangue possono incidere negativamente su tutti questi aspetti.

testosterone basso cause sintomi valori normali

Testosterone basso, le cause

Le cause di testosterone basso sono numerose e le più comuni sono le seguenti:

  • Ipogonadismo: una diminuzione o assenza di produzione nei testicoli può dipendere dai mancati stimoli della ghiandola pituitaria. E’ una condizione seria che richiede una terapia.
  • Età:  nel normale sviluppo maschile, i livelli più alti di testosterone si hanno durante la prima età adulta. Una volta raggiunti i 30 anni, i livelli di questo ormone cominciano a diminuire a poco a poco, di circa 1% ogni anno. E’ una fisiologica parte dell’invecchiamento (confrontabile ad esempio -ma non troppo- con il calo degli estrogeni nelle donne).
  • Obesità
  • Diabete (di tipo 2)
  • Patologie croniche (in particolare del fegato o malattie renali )
  • Disturbi ormonali
  • Infezioni
  • Farmaci (narcotici, chemioterapia)

 

 

Testosterone alto o basso, livelli normali e di rifermento

Il limite minimo dei livelli di testosterone negli uomini è di circa 300 nanogrammi per decilitro mentre il massimo è di circa 1000-1200 ng / dl. Entro questi valori si può parlare di un range di normalità. Intorno o sotto i 300 ng / dl si può parlare di testosterone basso. Il test si fa con una semplice analisi del sangue. E’ importante distinguere i livelli di testosterone basso riferiti ad ipogonadismo da quelli dovuti ad invecchiamento o altri fattori, il tutto nell’ottica di una visione generale del paziente ed in rapporto alla sintomatologia. Per questo tale analisi del sangue va spesso accompagnata ad altri test, da sola non è particolarmente risolutiva.

 

Quali sono i sintomi del testosterone basso nell’uomo?

Numerosi i sintomi che possono essere riconducibili al testosterone basso, fisici, psicologici, sessuali, alcuni anche veramente insospettabili. Tra quelli più comuni possiamo trovare:

  • Insonnia e/o disturbi del sonno
  • Aumento del grasso corporeo (e della circonferenza addominale)
  • Riduzione della massa muscolare
  • Disfunzione erettile: difficoltà di erezione o a mantenerla
  • Infertilità
  • Riduzione del desiderio sessuale
  • Depressione
  • Demotivazione
  • Peggioramento di alcune condizioni preesistenti come in caso di apnea del sonno ed insufficienza cardiaca congestizia
  • Diminuzione della massa ossea (e osteoporosi)

La terapia ormonale sostitutiva può aiutare molto a risolvere la sintomatologia in caso di testosterone basso dovuto ad ipogonadismo, ma non sempre è efficace (o non lo è in modo determinante)- non in tutti i pazienti- se la causa è l’invecchiamento: gli studi scientifici finora al riguardo hanno riportato spesso risultati contrastanti.

 

 

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti simili:

Andropausa, realtà o mito?

Testosterone

Testosterone basso nell’uomo: 8 cose da sapere (foto)

Disfunzione erettile e farmaci per il testosterone, andrologo risponde 

 

 

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>