Testosterone basso rimedi naturali e integratori

di Cinzia Iannaccio

Esistono rimedi naturali per alzare i livelli di testosterone basso? Quando possono essere utili? Il testosterone è un ormone molto importante che non agisce -come si ritiene comunemente-solo sulla funzione sessuale dell’uomo, ma anche sullo sviluppo della sua massa ossea, su quella muscolare, sulla forza fisica, lo stress, l’accumulo di adipe ed in generale sullo stato generale di benessere. Quando i livelli del testosterone scendono troppo in basso, subentrano una serie di sintomi negativi che possono coinvolgere tutti questi aspetti (a partire dalla tanto temuta disfunzione erettile o dal calo della libido).  Prima di assumere farmaci, è possibile prendere in considerazione alcuni rimedi naturali, tra erbe ed integratori, che possono stimolare la produzione di testosterone o attenuarne i disturbi correlati. Ecco quali sono:

 

testosterone basso rimedi naturali integratori

Stile di vita

Il primo step -ed il più naturale in assoluto -è quello di cambiare stile di vita evitando il sovrappeso, la sedentarietà, lo stress, l’abuso di alcool e droghe, ma anche l’insana abitudine di fare le ore piccole.

Maggiori approfondimenti in questo post:

Come aumentare in modo naturale i livelli di testosterone basso

 

Erbe ed integratori: rimedi naturali contro il testosterone basso

Numerosi gli integratori alimentari o le erbe speciali di cui si parla il relazione al testosterone basso. Spesso tali rimedi naturali sono anche confortati da studi scientifici sull’efficacia e la sicurezza, ma -va sottolineato- poiché per la commercializzazione di tali sostanze il più delle volte non è necessario alcun controllo, è sempre opportuno chiedere consiglio al proprio medico per ciò che riguarda il prodotto migliore, che può inoltre essere diverso a seconda delle cause del testosterone basso o dai sintomi riscontrati-

Questi i rimedi naturali più comunemente utilizzati:

 

Ginseng malese

Nella medicina tradizionale locale è utilizzato da tempo come afrodisiaco e quale trattamento per alleviare la disfunzione sessuale, anche se sembra avere numerose altre potenzialità benefiche. Oggi viene utilizzato per stimolare la libido, migliorare le prestazioni sportive, e favorire il dimagrimento. In più sembra stimolare la produzione di ormoni androgeni come il testosterone e per questo viene assunto anche da chi sofffre di testosterone basso. Non ci sono comunque molti studi scientifici sull’uomo, il che rende difficile stabilire corretti dosaggi in materia di sicurezza ed efficacia.

Ashwagandha ( Withania somnifera )

L’ashwagandha ( Withania somnifera ) è una pianta ampiamente utilizzata dalla la medicina ayurvedica. Oggi , radici e bacche della pianta sono utilizzati per fare diversi integratori. Uno studio indiano ha evidenziato come l’assunzione di questa erba possa migliorare la qualità del seme maschile: in particolare la radice migliora i livelli di testosterone e di altri ormoni riproduttivi in uomini tendenzialmente non fertili.

 

Yohimbe (Pausinystalia yohimbe)

Il Yohimbe (Pausinystalia yohimbe) o yohimbina, è un estratto creato dalla corteccia dell’albero yohimbe, che cresce in una piccola zona dell’ Africa occidentale. E’ utilizzato come rimedio tradizionale e naturale per la disfunzione erettile organica. La sua efficacia è stata dimostrata anche da uno studio scientifico. La dose giornaliera raccomandata è di 15 – 30 mg, ma dosi più elevate possono causare gravi effetti collaterali. A differenza di altri prodotti menzionati in questa guida, il yohimbe è approvato dalla FDA come un farmaco di prescrizione, principalmente per il trattamento della disfunzione erettile.

DHEA

Il Dehydroepiandrosterone (DHEA) è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali del corpo. L’organismo tende a convertire naturalmente il DHEA in estrogeni e testosterone. Una sua formulazione di sintesi permette di integrarne la concetrazione a livello ematico e quindi in circolo, anche di testosterone. Dopo conferme scientifiche viene utilizzato per trattare uomini con disfunzione erettile, ma ancora non è certa la sua efficacia diretta nell’aumentare i livelli di testosterone. Ha effetti collaterali importanti e quindi andrebbe preso sotto controllo medico.

 

Leggi anche:

Testosterone basso, sintomi uomo e cause

Testosterone basso nell’uomo: 8 cose da sapere (foto)

Testosterone basso uomo: che fare, quali rimedi? Andrologo risponde

Testosterone per rafforzare i muscoli in vecchiaia

Livelli di testosterone bassi e rischio di problemi cardiaci

 

 

Foto: Thinkstock

FonteHealthLine.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>