Attenzione alle stelle di Natale

di Elena Botta

La stella di Natale è un regalo molto gettonato, ma può nascondere delle insidie perchè può provocare prurito, eritema o bruciore agli occhi quando viene a contatto con l'epidermide

Stella-di-Natale-1a

La stella di Natale è un regalo molto gettonato, ma può nascondere delle insidie perchè può provocare prurito, eritema o bruciore agli occhi quando viene a contatto con l’epidermide, fino a sfociare in una vera e propria congiuntivite allergica.
Questo avviene perchè se si lacera una foglia o si taglia il fusto, al suo interno è contenuta una sostanza che può risultare pericolosa.
Infatti è risultato che il 30% delle intossicazioni da vegetali nei mesi invernali è dovuta proprio da questa pianticella ma anche da vischio, pungitopo e bacche rosse di agrifoglio che, dotate di una tossicità differente procurano quadri clinici differenti: si incomincia con semplivi effetti irritativi fino ad arrivare a veri e propri problemi gastroenterici.



La stella di Natale risulta essere tossica per via del triterpene, una sostanza velenosa che è contenuta all’interno di alcune parti della pianta.
Questa sostanza che fuoriesce dalla pianta se vengono tagliate le foglie o il fusto, risulta essere pericolosa nel momento in cui entra in contatto con l’epidermide e gli occhi.
E’ molto importante quindi tenere la pianta lontana dalla portata dei bambini e, in caso di intossicazione è necessario posizionare la parte che ne è entrata in contatto, sotto l’acqua corrente per alcuni minuti e poi proteggerla con un panno asciutto, dopodichè è importante rivolgersi al proprio medico.
Quindi in questo periodo di festività è importante fare attenzione non soltanto a possibili intossicazioni alimentari (come salmonella o ciguatera), ma anche a contatto con vegetali che possono provocare delle irritazioni cutanee per non vedersi rovinate le feste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>