Pressione alta e dieta DASH

di Cinzia Iannaccio

Cos’è la dieta DASH? E come funziona per abbassare la pressione alta? La Dieta DASH nasce intorno agli anni ’90 come strategia alimentare studiata appositamente per tenere sotto controllo l’ipertensione. Uno studio scientifico recente ha confermato la sua efficacia stabilendo anche come seguire tale regime dietetico possa abbassare in media la pressione sistolica di  6.7 mmHg sistolica e di 3,5 mmHg quella diastolica in sole due settimane; più è bassa la quantità di sodio che si assume e migliore è l’efficacia della dieta. Ma vediamo nel dettaglio.

pressione alta dieta dash

 

 

Cibi in e Out nella Dieta DASH per abbassare la pressione

Volendo semplificare al massimo possiamo dire che la dieta Dash prevede una maggiore assunzione dei seguenti cibi:

  • Frutta e verdura
  • Prodotti lattiero caseari a basso contenuto di grassi
  • Fagioli
  • Noci

Ed una diminuzione di questi:

  • Carni ed alimenti grassi
  • Prodotti lattiero caseari grassi
  • Bevande zuccherate
  • Dolci
  • Sodio (non più di 2,3 grammi al giorno)

 

Il tutto ovviamente in quantità moderate, adeguate al sesso, al peso e allo stile di vita di chi la segue. Questo regime alimentare come è facile immaginare aiuta anche a perdere peso e a migliorare la sensibilità all’insulina degli zuccheri, ma tale dieta non può essere considerata come una perfetta dieta dimagrante specie se in relazione alle diete a basso contenuto di carboidrati. La dieta originale prevedeva 2 fasi in cui si abbassavano i livelli di sale/sodio da assumere ogni giorno.

Se alla DASH si abbinano esercizio fisico ed un minor apporto calorico generale la pressione sanguigna si può abbassare fino a 16 mmHg (la sistolica) e a  9 mmHg (la diastolica); può comportare anche la riduzione dell’assunzione di farmaci (da valutare con il proprio medico).

 

Come e perché funziona la dieta Dash per abbassare la pressione

Questo regime dietetico è ricco di  potassio, magnesio, calcio e fibre ed ha un basso contenuto di sodio (sale) e grassi saturi. Ciò favorisce un miglior equilibrio elettrolitico e dunque una maggiore attività diuretica (eliminazione di liquidi), che contribuisce notevolmente ad abbassare la pressione. Non solo: tali nutrienti favoriscono anche il rilassamento dei vasi sanguigni, altro fattore che riduce la pressione. Va inoltre sottolineato come potassio, calcio, magnesio e fibre sono spesso carenti nelle persone in sovrappeso. La dieta DASH seppur di per se stessa non vada considerata come dieta dimagrante, se abbinata ad attività motoria e ad una generale riduzione delle calorie aiuta a perdere peso e dunque a ridurre uno dei fattori di rischio correlati all’ipertensione. Allo stesso tempo migliora la sensibilità all’insulina e quindi è indicata anche in caso di diabete, pre -diabete o diabete insulino-resistente. Altresì aiuta a tenere sotto controllo l’ipercolesterolemia.

 

L’ipertensione

L’ipertensione o pressione alta è una condizione tanto comune negli adulti quanto trascurata e pericolosa. Se non trattata può portare ad infarto, ictus, insufficienza cardiaca, renale ed altre patologie. Eppure basta poco per tenerla sotto controllo. Spesso anche solo con la Dieta DASH abbinata ad attività motoria e al controllo del peso. Una pressione arteriosa normale è inferiore a 120/80, tra 120/80 e 139/89 si parla di pre-ipertensione ed oltre sopra i 140/90 di ipertensione.

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

 

Pressione alta 7 cose da sapere

Pressione minima alta cosa fare

6 cibi migliori per abbassare la pressione sanguigna

Pressione alta e dieta, cibi da evitare e perché

 

 

Fonte: Bloodpressureuk.org

Foto: Thinkstock

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>