Come proteggersi dai danni del sole

di admin

Con l'estate arriva in simultanea la voglia di sole e che la meta prediletta sia la montagna o il mare si dedica un attenzione particolare alla voglia di mostrare un corpo abbronzato e pronto per il bikini e gli shorts...

abbronzarsi-in-sicurezza

Con l’estate arriva in simultanea la voglia di sole e che la meta prediletta sia la montagna o il mare si dedica un attenzione particolare alla voglia di mostrare un corpo abbronzato e pronto per il bikini e gli shorts. (Qui alcuni consigli su come eliminare la cellulite, ndr)
Ecco quindi rimpiazzati senza rimpianto fazzoletti di carta, sciarpette per proteggersi dal fresco della sera, spray nasali e aspirine per combattere i fastidiosi colpi di freddo che la primavera si porta con se.


Arrivano gli oggetti di culto della bella stagione! Fuori infradito, canottiere, vestitini, teli da mare, creme protettive, oli abbronzanti, spray doposole. E se i primi non hanno certo bisogno di spiegazioni è doveroso soffermarsi e capire davvero l’esigenza di utilizzare buoni prodotti per proteggersi dalle controindicazioni che uno scorretto “utilizzo del sole” può causare.


Spesso si cerca i abbronzarsi più in fretta utilizzando prodotti non protettivi o esponendosi nelle ore più calde della giornata
Ecco cosa fare per avere una giusta e sana tintarella senza correre rischi.

  • 1. Nessun prodotto filtra al 100% tutti i raggi UV, ma l’uso di creme protettive aiuta a prevenire il cancro della pelle ed evita arrossamenti ed eritemi. Se non vengono utilizzate otterrete forse un’abbronzatura intensa in meno tempo, ma ricordatevi che questo contribuisce a un invecchiamento più rapido della pelle. Forse sarebbe meglio aspettare un paio di giorni in più e restare più giovani non trovate?
  • 2. Scegliete il giusto tipo di solari, non ce ne sono tanti solo perchè cambiano le marche, ma cambiano in base al tipo di pelle, di esposizione e di luogo ( mare, piscina, montagna etc.) In caso di dubbio chiedete al medico o al farmacista.
  • 3.non esporsi troppo lungo al sole ed evitate comunque le ore più calde della giornata (11.00- 13.00), sopratutto per i bambini i cui occhi devono sempre essere protetti dai raggi solari e gli anziani.
  • 4. Cercate di non scottarvi mai, aiutatevi con una t-shirt bianca o un cappello se la temperatura è troppo calda. Ricordate però che le magliette, sopratutto quelle leggere, non proteggono in modo completo dal sole. Se vi sentite scottare la pelle molte volte è già tardi e, se la pelle è già arrossata, indossare una maglietta non è sufficiente.
  • 5. Applicare una dose corretta di crema e ricordatevi di rinnovala dopo il bagno in acqua.

E se il sole è un vostro amico, ricordatevi il detto “dopo un po’ gli amici puzzano” significa cioè che anche in questo caso il sole come gli amici va preso a giuste dosi! Ah, l’ultima cosa, buona estate a tutti!

Veronica Pozzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>