Dolcificanti intensi non calorici non sono cancerogeni

di Vito Verna Commenta

I dolcificanti intensi non calorici sarebbero, stando a quanto dichiarato dal Ministero della Salute, assolutamente sicuri e, in nessun caso, causerebbero il cancro.

Nel corso di un convegno recentemente tenutosi sull’argomento, organizzato dal Ministero della Salute con la collaborazione e la partecipazione della Nutrition Foundation of Italy e dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, la sicurezza dei dolcificanti intensi non calorici, specialmente di quelli a base di aspartame, saccarina e ciclammato, sarebbe stata inconfutabilmente dimostrata sia dal punto di vista teorico-scientifico sia da quello epidemiologico.

L’ASPARTAME E’ CANCEROGENO?

I dubbi sorti in questi mesi tra i consumatori, specialmente tra quelli utilizzanti i più moderni sistemi di comunicazione quali social network e blog, sarebbero stati definitivamente messi a tacere non solo dal parere degli esperti bensì anche dalle più eclatanti evidenze scientifiche.

I DOLCIFICANTI ARTIFICIALI POSSONO AUMENTARE GLI ZUCCHERI NEL SANGUE

Secondo Andrea Poli, responsabile della Nutrition Foundation of Italy, sui dolcificanti accusati di provocare il cancro se assunti in grandi quantità, sarebbe stata condotta, a livello internazionale, una così ampia serie di esperimenti, ricerche, revisioni sistematiche e studi epidemiologici che non lascerebbero alcun adito ad alcuna forma di dubbio di qualsiasi natura.

I PRODOTTI SUGAR FREE NON SERVONO PER DIMAGRIRE

Carlo La Vecchia, responsabile dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, uno dei più prestigiosi in Italia, dal canto suo avrebbe esposto i risultati dell’amplissima revisione sistematica condotta sulle cause scatenanti i tumori fatali del tratto digerente verificatisi nel periodo di tempo compreso tra l’inizio del 2001 e la fine del 2008.

SODIO E DOLCIFICANTI ARTIFICIALI INFLUISCONO SULLA FUNZIONALITA’ RENALE

Ebbene, stando a quanto dichiarato da La Vecchia, nessuno dei tumori succitati potrebbe venir fatto risalire ad un’eccessiva assunzione di dolcificanti intensi non calorici escludendo, di fatto, qualsiasi forma di correlazione tra tumori del tratto digerente ed assunzione di aspartame, saccarina o ciclammato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>