Obesità e osteoporosi

di Elena Botta Commenta

L'obesità ha una stretta correlazione con l'osteoporosi perchè diminuisce i minerali all'interno delle ossa

obesità

Si è riscontrato che l’obesità è portatrice di malattie correlate che possono essere anche molto gravi, in particolar modo quelle cardiache e vi è una forte associazione tra l’obesità e lo sviluppo precoce di tumori .
Infatti le cosidette maniglie dell’amore possono essere un segnale pericoloso per diverse patologie, tra cui anche, nel caso delle donne, di osteoporosi.
Pertanto un accumulo di grasso nella parte addominale che contraddistingue la struttura della donna cosidetta “a mela” sembra che possa accrescere a livelli esponenziali il rischio di osteoporosi; infatti, secondo recenti studi studi, si è dimostrato che le donne vicine alla menopausa, che hanno un girovita non nella norma, hanno una forte carenza di minerali nelle ossa.



Il grasso che più può portare a questa malattia è quello situato nella zona addominale perchè esiste una correlazione con la carenza di minerali e di calcio all’interno delle ossa, questo perchè questo tipo di grasso rilascia acidi grassi ed altre sostanze potenzialmente dannose, come gli ormoni, all’interno del fegato che non riesce a smaltirle e la conseguenza è un effetto dannoso sul sistema cardiovascolare e sull’apparato osseo.
Quindi, se prima si diceva che le donne in sovrappeso fossero più protette dall’osteoporosi, oggi invece si è riscontrato il contrario proprio per il fatto che il grasso addominale appensantisce il fegato e non gli permette di svolgere un lavoro corretto.
Importante è quindi seguire una dieta bilanciata soprattutto con l’approssimarsi della menopausa per evitare problemi di salute gravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>