Legame tra piombo e ADHD

di Luca Bruno

Il piombo può giocare un ruolo nello sviluppo della sindrome di deficit da iperattività e mancanza di attenzione.

giocattoli_brain

Il piombo può giocare un ruolo nello sviluppo della sindrome di deficit da iperattività e mancanza di attenzione.
I medici sono convinti che i fattori genetici giochino un ruolo in almeno il 70-% dei casi di ADHD, Manca quindi un 30% per il quale potrebbero invece entrare in gioco, secondo il parere dell’American Association of Psychological Science, fattori ambientali.
Il piombo tra questi, una neurotossina presente in tracce nell’ambiente, nel suolo, nell’acqua potabile, nelle vernici dei giocattoli ed anche in qualche alimento. Secondo la stessa associazione quasi tutti i bambini negli Stati Uniti hanno alti livelli di piombo nel corpo.

Due studi recenti hanno dunque esaminato il possibile legame tra piombo e ADHD, il primo scoprendo che i bambini con ADHD risultavano avere livelli di piombo nel sangue più elevati dei bambini senza ADHD.

Il secondo studio evidenziando invece che tra i bambini con livelli più elevati di piombo erano più alte le risposte positive nel questionario, somministrato a genitori ed insegnanti, che evidenzia la presenza di disturbi comportamentali, tra cui l’ADHD.

In entrambi gli studi, il legame tra piombo e ADHD è risultato essere indipendente rispetto ad altri fattori come quoziente intellettivo, reddito familiare, etnia o madre fumatrice durante la gravidanza.

Il piombo potrebbe dunque influenzare negativamente l’attività del cervello ed i problemi di iperattività e mancanza di attenzione potrebbero essere il risultato di ciò.

Entrambi gli studi sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Current Directions in Psychological Sciences.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>