Sintomi trichinosi

di Luca Bruno

La trichinosi è causata dal consumo di carne cruda o poco cotta di animali infettati dalle larve di un verme, la Trichinella spiralis, che possono essere presenti nelle carni di animali selvatici ma anche domestici.

carnemaiale

La trichinosi è causata dal consumo di carne cruda o poco cotta di animali infettati dalle larve di un verme, la Trichinella spiralis, che possono essere presenti nelle carni di animali selvatici ma anche domestici. Un tempo era una infezione molto comune mentre oggi è diventata relativamente rara e tenuta sotto controllo grazie ad una migliore igiene alimentare ed al fatto che si è diffusa l’abitudine di cuocere accuratamente la carne, soprattutto di maiale ma anche di animali selvatici.
Tra i primi sintomi del malessere si hanno stanchezza fisica accompagnata da forti nausee, vomito, disturbi addominali e febbre.

A questi possono seguire tutta una serie di altri sintomi, tra i quali il mal di testa, brividi e tosse.

Possono poi persistere gli stati febbrili accompagnati da gonfiore agli occhi e dolori muscolari ed alle articolazioni, che si esprimono in una fase successiva al manifestarsi dei primi sintomi. Si possono avere inoltre disturbi come diarrea o stitichezza.

Talvolta, in caso di un infezione particolarmente grave, il paziente può anche manifestare incapacità di coordinare i movimenti ed avere problemi sia al cuore che all’apparato respiratorio.
E’ possibile che in taluni casi l’infezione sia mortale.

Nel caso di infezioni lievi e moderate la maggior parte dei sintomi scompare nel giro di qualche mese, anche se fenomeni come l’eccessiva debolezza, la stanchezza e la diarrea possono persistere più a lungo.

I sintomi addominali sono i primi a manifestarsi, 1-2 giorni dopo aver contratto l’infezione. Ulteriori sintomi di solito compaiono dopo 2-8 settimane dall’assunzione della carne infettata, e possono variare di intensità in base alla quantità di larve ingerite.

Spesso accade che nei casi più lievi la trichinosi non venga individuata e siano invece diagnosticate influenza o altri malesseri più comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>