Trombosi venosa profonda, cause, sintomi e cure

di Cinzia Iannaccio

 

Con il termine medico di trombosi venosa profonda (TVP) si intende un coagulo di sangue (trombo) che si forma in una delle vene profonde del nostro organismo, in genere nelle gambe. Può provocare dolore, gonfiore, ma anche manifestarsi senza dare alcun disturbo o sintomo. Ecco cosa occorre sapere su cause, sintomi e cure.

 

trombosi venosa profonda


Cause di trombosi venosa profonda e fattori di rischio

La trombosi venosa profonda è dovuta alla formazione di coaguli nel sangue: questi sono causati da problemi di circolazione o di coagulazione. Malattie e stili di vita errati incidono profondamente su questi aspetti. Ecco una lista.

  • Disordine della coagulazione del sangue: una malattia ereditaria che rende facile la coagulazione del sangue.
  • Prolungato riposo a letto, come ad esempio durante una degenza lunga, o in caso di paralisi.
  • Lesioni alle vene, anche traumi o interventi chirurgici possono aumentare il rischio di coaguli.
  • Gravidanza. 
  • Pillola anticoncezionale o terapia ormonale sostitutiva. 
  • Essere in sovrappeso o obesi.
  • Il fumo. Influisce sia sulla coagulazione che sulla circolazione aumentando il rischio di sviluppare trombosi venosa profonda.
  • Cancro. Alcune forme di cancro aumentano la quantità di sostanze nel sangue che causano una anomala coagulazione. Lo stesso per alcune terapie anticancro.
  • Insufficienza cardiaca. Persone con insufficienza cardiaca hanno un rischio maggiore di trombosi venosa profonda ed embolia polmonare.
  • Malattie infiammatorie intestinali come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa.
  • Familiarità con trombosi venosa profonda o embolia polmonare (EP).
  • Età superiore a 60 anni aumenta il rischio (ma può capitare ad ogni età).
  • Stare seduti per lunghi periodi di tempo, come durante la guida o il volo. Quando le gambe rimangono per molte ore, i muscoli del polpaccio non si contraggono, cosa che normalmente aiuta a far circolare il sangue. Coaguli di sangue si possono formare nei polpacci delle gambe, se i muscoli del polpaccio non si muovono per lunghi periodi.

 

Sintomi di trombosi venosa profonda

La Trombosi venosa profonda può verificarsi senza sintomi evidenti.Tra i sintomi comunque possiamo avere:

  • Gonfiore nella gamba colpita. Raramente, ci possono essere gonfiore in entrambe le gambe.
  • Dolore alla gamba che spesso inizia dal polpaccio

Quando si sviluppano questi sintomi, soprattutto se in presenza delle suddette cause e fattori di rischio rivolgersi al medico. Può trattarsi di un’emergenza medica se si sviluppa una complicanza come un’embolia polmonare.

Rischi e complicanze

I rischi e le complicanze di una trombosi di questo tipo sono di diversa tipologia ed entità. Tra questi troviamo essenzialmente:

 

Embolia polmonare: è il pericolo maggiore, può essere fatale. Il trombo arriva al polmone ostruendone l’afflusso di sangue. Sintomi di un’embolia polmonare da non trascurare sono:

  • Inspiegabile e improvvisa dispnea
  • Dolore o fastidio al petto che peggiora quando si prende un respiro profondo o quando si tossisce
  • Sensazione di stordimento, vertigini o svenimenti
  • Polso accelerato
  • Tosse con sangue

Sindrome postflebitica ( o post trombotica): complicanza meno pericolosa dell’embolia ma più comune. E’ identificabile con

  • Gonfiore delle gambe (edema)
  • Dolore alle gambe
  • Scolorimento della pelle
  • Piaghe della pelle

Questa sindrome è causata da danni alle vene dal coagulo di sangue. Questo danno riduce il flusso di sangue nelle zone colpite.

 

Cure

La terapia più comune è quella dei farmaci anticoagulanti, di vario tipo, come il warfarin, l’eparina o il rivoxaban. Utili anche le calze a compressione graduata e accorgimenti nello stile di vita. In presenza di rischio per la vita in ospedale si utilizzano anche farmaci trombolitici.

 

 

Leggete anche:

Trombosi venosa profonda: diagnosi e cura

Sintomi cardiomiopatia

Malattie infiammatorie intestinali e rischio di tromboembolia

 

Fonte: Mayo Clinic

Foto: Thinkstock

 

Commenti (2)

  1. Ho fatto una trombosi venosa profonda. Prendo come cura aliquote compresse .adesso mi fa male la colnona vertebrale. Dovrei fare delle infiltrazioni ma la dottoressa che mi controlla per la trombosi mi ha detto che non posso fare le infiltrazzioni neanche ha sospendere laliquis e fare l’eparina a basso impatto. Cosa devo fare? Grazie

  2. Posso fare le infiltrazioni grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>