Aspirina riduce rischio di tumore al seno

di Luca Bruno Commenta

I ricercatori hanno notato che le donne che, per prevenire malattie cardiache ed ictus assumevano aspirina a basse dosi sono risultate avere un rischio ridotto di circa il 50% di morire a causa del tumore al seno.

aspirina

L’aspirina ha un effetto protettivo che riduce la probabilità ed il rischio di contrarre il tumore al seno. Questo è quanto risulta da uno studio condotto da ricercatori della Harvard Medical School e pubblicato di recente sulla rivista Journal of Clinical Oncology.
La ricerca si è svolta analizzando i dati forniti da uno studio di grandi dimensioni che dal 1976 segue 4000 infermiere statunitensi, il Nurses’ Health Study,
Da quell’anno, e fino al 2006 le infermiere sono state monitorate su diversi aspetti della salute, compresi anche i rischi e l’incidenza dei tumori al seno.

I ricercatori hanno notato che le donne che, per prevenire malattie cardiache ed ictus assumevano aspirina a basse dosi sono risultate avere un rischio ridotto di circa il 50% di morire a causa del tumore al seno, ed un 50% di probabilità inferiore che questo si sviluppi.

Il motivo non è chiaro, e lo studio si ferma alla constatazione statistica, anche se i ricercatori suggeriscono che tale effetto potrebbe essere dovuto alle proprietà antinfiammatorie dell’aspirina. Anche altri farmaci sembrano avere le stesse proprietà protettive, ibuprofene e naprossene, sebbene i dati forniti non siano sufficienti per valutare effettivamente e con sicurezza tale effetto.

E studi recenti avevano già evidenziato come aspirina ed ibuprofene sembrano avere effetti preventivi sullo sviluppo del tumore al colon.

Secondo i ricercatori lo studio potrebbe contribuire ad incentivare gli studi su trattamenti a base di aspirina come rimedi efficaci, semplici ed a basso costo per combattere l’insorgere del tumore al seno, oppure per contrastarne la crescita.

Essendo un farmaco, aggiungono i medici, esso deve essere utilizzato sotto stretto controllo medico, anche perchè in alcuni casi, come chemioterapia e radioterapia, possono sussistere i rischi di effetti collaterali, così come è risaputo che l’aspirina può creare problemi anche seri allo stomaco.

Fonte ReutersHealth

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>