Le 10 regole per una tintarella perfetta

di Vito Verna Commenta

L'estate, ormai prossima, starebbe inducendo un sempre crescente numero di persone ad esporsi al sole con l'evidente scopo di ottenere un'abbronzatura perfetta quanto prima possibile.

Le 10 regole per una tintarella perfetta

L’estate, ormai prossima, starebbe inducendo un sempre crescente numero di persone ad esporsi al sole con l’evidente scopo di ottenere un’abbronzatura perfetta quanto prima possibile.

PREVENIRE LE SCOTTATURE SOLARI

Sebbene ciò sia sia da considerarsi una pratica piacevole nonché gradevole, non andrebbe mai dimenticata la pericolosità del sole in quanto tale che, già in questi mesi di passaggio tra la primavera e l’estate, potrebbe tranquillamente manifestare tutto il proprio tragico potenziale che, nei casi peggiori, potrebbe tradursi in un melanoma piuttosto che in qualche altra drammatica forma tumorale a carico degli occhi, delle mucose o della pelle.

RIMEDI CONTRO DISTURBI ESTIVI

Proteggersi, ma non solo, diventa dunque un imperativo di fondamentale importanza per la salvaguardia della propria preziosa salute.

COS’È LA ROSACEA

Ecco, dunque, i 10 consigli degli esperti per una tintarella perfetta senza alcun rischio.

LE 10 REGOLE PER UNA TINTARELLA PERFETTA

1 – Usare un solare protettivo adeguato sia al proprio fototipo che alle specifiche condizioni climatiche, atmosferiche ed ambientali

2 – Entro le prime 72 ore di esposizione al sole, periodo necessario alla formazione di un primo strato di melanina, la pelle umana risulterebbe essere particolarmente sensibile ed irritabile e, dunque, proprio all’interno di questo arco temporale sarebbe necessario proteggersi grazie ad un solare il cui fattore di protezione sia decisamente alto.

3 – Esporsi al sole molto lentamente e molto gradualmente. Ricordiamo, a tal proposito, che sarebbero necessarie circa 192 ore (ovverosia circa una settimana) affinché la melanina venga prodotta in quantità tali da far considerare la nostra prima abbronzatura estiva totale e permanente

4 – Evitare di esporsi al sole tra le ore 11:00 e le ore 16:00 preferendo, ove possibile, le esposizioni mattutine (antecedenti le ore 10:00) e le ore pomeridiane (seguenti le ore 17:00)

5 – Evitare si esporsi al sole esclusivamente con un singola parte del proprio corpo così da distribuire la radiazione solare uniformemente su tutta la superficie corporea

6 – Evitare il surriscaldamento della cute rinfrescandosi, frequentemente, grazie a docce, bagni o ad altri spruzzi d’acqua

7 – Ricordarsi di applicare il solare protettivo maggiormente adatto al proprio fototipo almeno 30 minuti prima della prima esposizione estiva rinnovando l’applicazione ogni 120 minuti così come dopo ogni bagno

8 – Ricordarsi di utilizzare le adeguate protezioni solari anche in presenza di cielo plumbeo e nuvoloso poiché in grado di lasciar penetrare la radiazione solare

9 – Ricordarsi di assumere, quotidianamente nel corso di tutta l’estate, alimenti ricchi di vitamina C, vitamina A e vitamina E

10 – Ricordarsi, al termine di ogni singola esposizione al sole, di reidratare la pelle grazie ad una specifica crema o lozione doposole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>