Primo trapianto al mondo di staminali fetali per curare la cirrosi epatica

di Vito Verna 1

La speranza è ora quella che le cellule staminali così iniettate, una volta entrate in contatto con il fegato del ricevente, possano completamente sostituire le cellule epatiche danneggiate dalla cirrosi epatica dell'individuo

Primo trapianto al mondo di staminali fetali per curare la cirrosi epatica

Venerdì 20 luglio 2012, come forse avrete già avuto modo di appurare data la risonanza, addirittura internazionale, che sarebbe stata data alla notizia, presso il Policlinico Umberto I di Roma, struttura ospedaliera tra le più note di tutta Italia, sarebbe stato eseguito il primo trapianto al mondo di cellule staminali fetali su un paziente purtroppo affetto da una grave e complicata forma di cirrosi epatica ormai giunta al proprio stadio più avanzato.

CENTRI ECCELLENZA CARDIOCHIRURGIA

L’operazione, punto d’arrivo di un accuratissimo programma di sperimentazione ricerca del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che per l’occasione avrebbe lavorato in stretta collaborazione con il Consorzio Interuniversitario dei Trapianti d’Organo e con l’Agenzia Regionale dei Trapianti, sarebbe stato effettuato dal team del professor Domenico Alvaro e, in particolar modo, sarebbe consistito nel prelievo di circa 50 milioni di cellule staminali pluripotenti (ovverosia in grado di trasformarsi in qualsiasi cellula adulta si desideri ottenere), prelevate da un feto purtroppo morto per cause spontanee e naturali, e nella successiva iniezione di queste particolarissime cellule direttamente nell’arteria epatica del ricevente.

CENTRI ECCELLENZA CHIRURGIA GENERALE

La speranza è ora quella che le cellule staminali così iniettate, una volta entrate in contatto con il fegato del ricevente, possano completamente sostituire le cellule epatiche danneggiate dalla cirrosi epatica dell’individuo così che quest’ultimo, in poco più di 60 giorni secondo le previsioni maggiormente ottimistiche, possa presto tornare in possesso di un fegato perfettamente funzionante.

CENTRI ECCELLENZA OSTETRICIA E GINECOLOGIA

Commenti (1)

  1. E’ una bufala. Solo il fatto che questa ‘ricerca’ è stata fatta in italia, rende la notizia non attendibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>