Cause, sintomi e trattamento dell’endocardite

di Vito Verna Commenta

L'endocardite è una malattia che, se trascurata, può avere un esito infausto.

L’endocardite, malattia a dire il vero poco conosciuta ma molto grave, che può portare a gravissime conseguenze nel caso in un cui non venga opportunamente trattata o che colpisca i bambini, è la patologia che, nel corso dell’estate, ha costretto al ricovero Vasco Rossi che oggi, perfettamente guarito, ha deciso di donare ben 75.000 euro per la ricerca sull’endocardite, sulle sue cause, sulla sua diagnosi, sul suo trattamento contribuendo, grazie a questo generoso gesto, alla diffusione della conoscenza del disagio in questione.

La vicenda, naturalmente, ha interessato anche noi che, per completezza, pubblichiamo ora quanto in nostra conoscenza in merito a questa seria patologia.

COS’È L’ENDOCARDITE

Per endocardite si è generalmente soliti indicare un grave stato infiammatorio, di qualsiasi tipo essa sia, che colpisca l’endocardio, ovverosia la sottile membrana epiteliale che, come forse alcuni sapranno, riveste le cavità interne del muscolo cardiaco e le valvole cardiache, compromettendone seriamente le fondamentali funzioni di regolazione del flusso sanguigno e di trasmissione dello stimolo contrattile.

CAUSE DELL’ENDOCARDITE

L’endocardite, come accennato, è dunque uno stato infiammatorio dell’endocardio. Rimane da stabilire, dunque, cosa provochi tale stato infiammatorio, affermando come le principali cause possano venir comprese in due più ampie macrocategorie.

Cause infettive

Per quanto riguarda questa prima macrocategoria vi è da segnalare come le infezioni da stafilococco e da streptococco, specialmente da stafilococco aureo e da steptococco del Gruppo D, rappresentino la primaria causa di sviluppo di endocardite sebbene l’elenco dei probabili agenti infettati, che non pubblichiamo per brevità della nostra trattazione, potrebbe essere sensibilmente più lungo.

Cause non infettive

Tra le principali cause non infettive, invece, possiamo segnalare:

lupus eritematoso sistemico

– adenocarcinoma

– sindrome di Trousseau

SINTOMI DELL’ENDOCARDITE

Sintomi di tale patologia, fondamentali per la diagnosi che, comunque, si avvale di esami specialistici quale, per esempio, l’esame culturale per l’individuazione dell’agente infettante, sono:

– febbre

– anemia

– piastrinopenia

infarto

– sudorazione

– brividi

anoressia

– astenia

TRATTAMENTO DELL’ENDOCARDITE

Il trattamento d’elezione per l’endocardite, visto anche lo stato di danneggiamento cui giungono le valvole cardiache prima che tale patologia venga individuata con precisione, è quello della rimozione fisica dell’infezione, obiettivo che, nella maggior parte dei casi, si ottiene grazie alla sostituzione delle valvole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>