Perchè ad alcuni piaccono i cibi molto salati?

di Luca Bruno

I ricercatori tentano di scoprire il motivo per cui ad alcuni piacciono così tanto i cibi salati.

patatine2

Gli snack a basso contenuto di sale possono piacere ad alcune persone, mentre per altri risultano completamente insapori ed i ricercatori pensano che alla base di questo meccanismo potrebbero esserci delle spiegazioni genetiche.
Alla maggior parte delle persone piace il sapore del sale, tuttavia alcuni risultano mangiarne di più per almeno due motivi, spiegano i ricercatori: un motivo è il gusto del sale, ed il secondo la necessità di coprire sapori troppo intensi altrimenti.
I ricercatori del College of Agricultural Sciences della Università di Stato della Pennsylvania hanno compiuto questa ricerca stimolati dalle recenti politiche della salute del governo americano, che ha in più occasioni chiesto alle industrie alimentari di ridurre il sale nei cibi confezionati come stratagemma per ridurre l’incidenza di malattie cardiache e rischio di infarto ed ictus tra la popolazione.

Per lo studio, recentemente apparso sulla rivista Physiology & Behavior, sono stati reclutati 87 partecipanti – 45 uomini e 42 donne tra i 20 ed i 40 anni di età che hanno mangiato cibi salati come patatine e salatini ed hanno dovuto compilare un’apposito documento con la valutazione del grado di intensità del gusto.

Alcune persone, che i ricercatori hanno definito con il termine “supertasters” hanno descritto i cibi amari come molto amari, mentre un altro gruppo di persone, definiti con il termine “nontasters” descrivevano gli stessi gusti come leggermente amari o addirittura insapori.

L’amaro non è stato scelto a caso, perchè, secondo i ricercatori, coloro che percepiscono maggiormente il gusto amaro solitamente sono altrettanto sensibili e sentono con più intensità anche il gusto dolce, salato, piccante, così come recepiscono maggiormente il bruciare delle bollicine di anidride carbonica nelle bibite gassate.

I ricercatori hanno scoperto che i “supertasters”, ovvero le persone più sensibili ai gusti, sono più propensi a mangiare sale di quanto non lo siano i “nontasters”, e questa potrebbe essere la ragione per cui sono così propensi a mangiare grandi quantità di snack e patatine, che hanno nel sale il loro sapore primario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>