Ora solare, come evitare gli effetti collaterali 

di Fabiana

Gli alimenti giusti per contrastare il jet leg sull’organismo a causa del cambio di orario. 

Tutto pronto per il ritorno dell’ora solare: nella notte fra sabato 26 e domenica 27 ottobre le lancette dell’orologio dovranno essere spostate di un’ora indietro dalle 3 alle 2 di notte. L’ora solare ci accompagnerà fino al 31 marzo 2020 quando tornerà in vigore l’ora legale. 

Spostare le lancette all’indietro significa godere di un’ora in meno di luce, ma al tempo stesso significa anche poter dormire un’ora di più. 

Il cambiamento però potrebbe avere l’effetto di un piccolo jet leg sull’organismo, ma il minor quantitativo di luce nel corso della giornata potrebbe causare alcuni sgraditi e poi piacevoli effetti collaterali. 

Qualche esempio? Insonnia e inquietudine, ma anche irritabilità e nervosismo, sono dietro l’angolo. Disturbi del sonno, dell’umore e alimentari non sono affatto rari in momenti del genere.  

La soluzione? Meglio cercare di adeguarsi pian piano al nuovo ritmo aiutandosi anche con la corretta alimentazione. 

Ora solare, i disturbi del sonno e dello stress

Innanzitutto è importante far fronte ai disturbi del sonno cercando un po’ di riprogrammare il ritmo sonno-veglia. Cambiate ovviamente l’orario della sveglia e magari lasciate entrare la luce naturale in stanza senza dimenticare di scegliere un pasto leggero per favorire il sonno. 

Il cambio dell’ora porta anche un certo stress e un possibile mal di testa: per risolvere è bene cercare di dedicarsi se non proprio allo sport almeno al movimento fisico che favorisce la produzione di endorfine che causano il buonumore. 

Ora solare, come affrontare i disturbi dell’umore

Con il minor quantitativo di luce a disposizione, cattivo umore e nervosismo sono purtroppo dietro l’angolo. 

Il consiglio ovviamente è quello di esporsi il più possibile alla luce del sole che favorisce la serotonina responsabile del buonumore, ma anche scegliere gli alimenti giusti. 

Ora solare, i cibi da scegliere

Per aiutare ad affrontare nel migliore dei modi il ritorno dell’ora solare, è bene scegliere i cibi giusti: l’importante però è non appesantirsi soprattutto nel caso della del pasto serale proprio per favorire una corretta digestione e un riposo tranquillo. 

Ma quali cibi scegliere? Qualche consiglio sui migliori cibi da consumare arriva Coldiretti con un elenco di alimenti adatti per chi soffre di insonnia. 

Sono perfetti da consumare allora il pane, la pasta e il riso: si tratta di alimenti ricchi di triptofano, un aminoacido che favorisce la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore in grado di assicurare benessere e relax. 

Sempre indicate la frutta e verdura che dovrebbero essere consumate durante tutto l’anno: è bene poi adeguarsi naturalmente a quanto offre di specifico ogni stagione. 

Sì alla zucca, grande protagonista della stagione, ma anche alla classica lattuga e al radicchio, senza dimenticare i cavoli. 

Perfetti da portare in tavola in generale tutti i legumi, ma anche il formaggio fresco, la carne, il pesce, le uova bollite. 

Anche il latte caldo è particolarmente indicato la sera così come un dolcetto con i carboidrati semplici è un ottimo antistress, meglio ancora se accompagnato da tisane o infusi. 

I cibi sconsigliati 

Quali sono invece gli alimenti sconsigliati? Meglio invece evitare tutti i tipi di cibi che possono interferire con la buona qualità del sonno, ma in ogni caso è anche consigliabile non accedere mai nelle quantità che potrebbero rallentare il metabolismo e quindi disturbare la qualità del sonno. 

No quindi a cibi grassi e pesanti, a sostanze eccitanti come cioccolato, cacao, tè e caffè, ricchi di caffeina, ma anche ai superalcolici, al sale in eccesso, alle spezie come curry, pepe o paprika.

 

RIMEDI OMEOPATICI PER INSONNIA, I CONSIGLI 

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>