Bruciore di stomaco e reflusso, rimedi e stile di vita

di Cinzia Iannaccio

Reflusso acido? Bruciore di stomaco? Sono problematiche comuni, occasionali o purtroppo a volte anche croniche. Importante, se il disturbo si manifesta più di due volte a settimana o con ricorrenza rivolgersi ad uno specialista gastroenterologo per trovare la causa ed avviare una cura. Va comunque sottolineato come nella stragrande maggioranza dei casi i fastidi occasionali siano controllabili con farmaci da banco, rimedi naturali o semplici cambiamenti nello stile di vita. Quali?

rimedi naturali e reflusso


Rimedi naturali ed erboristici

Non ci sono studi scientifici atti a certificare l’esistenza di rimedi naturali o terapie alternative in grado di guarire il bruciore di stomaco o il reflusso gastroesofageo che lo provoca. Certo è che in molti raccontano di provare sollievo con alcune particolari sostanze e tecniche. Per ciò che riguarda le erbe, le più utilizzate sono le seguenti:

  • Camomilla. Ha un effetto rilassante sul tratto digestivo;
  • Zenzero. La radice dello zenzero è da secoli utilizzato come digestivo e contro il bruciore di stomaco;
  • Liquirizia. Diversi studi ne hanno evidenziato l’efficacia in tal senso: sembra infatti che sia in grado di proteggere le mucose esofagee. Attenzione però perché un abuso di liquirizia può portare a disturbi come cefalea, pressione alta, stanchezza ed anche in casi rari, attacchi cardiaci.
  • Altre erbe. Finocchio, papaya, e varie radici sono inoltre utilizzate contro il bruciore di stomaco, ma per nessuno ci sono studi scientifici comprovanti.

 

Rimedi domestici e stile di vita

Cambiare stile di vita o avere piccole accortezze ogni giorno può aiutare a tenere lontano il bruciore di stomaco:

  • Mantenere un peso sano. I chili in eccesso e specie quelli sull’addome, spingono lo stomaco verso l’alto favorendo la risalita dei flussi gastrici;
  • Evitare abiti troppo stretti
  • Evitare le abbuffate, optare per più piccoli pasti
  • Evitare cibi e bevande che scatenano il bruciore di stomaco (pomodoro, cioccolato, menta, caffè, eccetera)
  • Evitare di coricarsi subito dopo mangiato;
  • Evitare alcolici
  • Tenere la testa lievemente più alta quando si dorme
  • Non fumare
  • Provare tecniche di rilassamento (lo stress aumenta la sintomatologia)

 

Agopuntura

Tra le metodiche di medicina alternativa apprezzate contro i bruciori di stomaco ed il reflusso troviamo l’agopuntura, che come è noto, prevede l’inserimento di aghi sottili in punti particolari del corpo. Di fatto la sua efficacia in tal senso è stata confermata anche da alcuni studi scientifici (benché di modesta entità). L’importante è che sia praticata da mani esperte e comprovate.

Attenzione

Il reflusso gastroesofageo può dar origine a sintomi simili a quelli di un attacco cardiaco (o infarto del miocardio). In particolare in dolore toracico/ senso di pressione. Per distinguere i due è particolarmente importante valutare la gravità e la durata dei disturbi. Se è molto intenso e la sensazione non passa dopo una decina di minuti può trattarsi di un problema al cuore quindi è opportuno recarsi quanto prima in un pronto soccorso.

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post di argomenti similari:

Caffè non è dannoso per il reflusso esofageo

Rimedi naturali contro il reflusso gastroesofageo

Bruciore di stomaco, rimedi naturali e della nonna

I migliori cibi per contrastare il bruciore di stomaco

 

Fonte: Mayo Clinic

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>