I bambini apprendono le fobie dai genitori

di Elena Botta

Le paure che, più o meno, accomunerebbero gran parte delle persone, come per esempio l'aracnofobia o la paura dei serpenti, in realtà sono dovute a ciò che i genitori trasmettono ai propri figli nei primi anni di vita.

Can't Do It

Esistono diverse tipologie di fobie e paure che possono risultare invalidanti per chi ne soffre.
Certi tipi di fobie risultano essere anche molto particolari e tante volte volte non si riesce a capire da cosa potrebbero essere generate.
Ma le paure che, più o meno, accomunerebbero gran parte delle persone, come, per esempio, l’aracnofobia o la paura dei serpenti, in realtà sono dovute a ciò che i genitori trasmettono ai propri figli nei primi anni di vita.



Uno studio svedese in proposito ha analizzato il comportamento di alcuni bambini tra i sei ed i sette mesi, di fronte ad alcuni video di serpenti, in contrapposizione ad immagini di animali non minacciosi, accompagnati però da voci di sottofondo a volte gioiose a volte paurose.
Ebbene, i bambini che hanno guardato i serpenti con sottofondo la voce minacciosa, hanno iniziato ad avvertire la paura, manifestata da una forte ansia.
Questo ha fatto comprendere ai ricercatori che i bambini imparano molto velocemente a riconoscere i serpenti e non necessariamente a temerli in quanto è il condizionamento esterno che fa elaborare dei messaggi al cervello che li percepisce come un fattore di paura o di del tutto nella norma.
Certe fobie, c’è comunque da dire che agli occhi degli scienziati restano ancora del tutto inspiegabili , ma l’idea comune è che vi sia un fattore inconscio scatenante che può essere legato ad un evento traumatico subito nella prima infanzia e di cui non risulterebbe nella memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>