Obesità infantile, è allarme in Italia

di Ma.Ma.

L‘obesità infantile è un rischio concreto in Italia dove moltissimi non fanno sport e non seguono un’alimentazione adeguata. A lanciare l’allarme è è il presidente della Società italiana di pediatria, Alberto Villani, presentando la Consensus su diagnosi, trattamento e prevenzione dell’obesità del bambino e dell’adolescente realizzata dalla Sip e dalla Società italiana di endocrinologia e diabetologia pediatrica.

E’ importante che i bambini siano seguiti fin da subito, per ridurre al minimo i rischi che diventino prima in sovrappeso e poi obesi. Purtroppo ad oggi in Italia, stando ai dati emersi al Congresso Internazionale Icamp 2017, i bambini dagli 8 ai 12 anni hanno una prevalenza di obesità pari al 12% e una prevalenza di sovrappeso pari al 24%. Dice Alberto Villani:

Circa il 50% degli adolescenti obesi rischia di esserlo anche da adulti. Ma ciò che desta più allarme sono i dati sulle complicanze fisiche e psicosociali già presenti nell’infanzia e che tendono ad aggravarsi in età adulta. La parola d’ordine è prevenzione, e bisogna iniziare già a 6 anni a cercare alterazioni metaboliche spia. Ma i primi 1000 giorni sono cruciali per impostare comportamenti alimentari e uno stile di vita corretto

Ti potrebbe interessare:

Obesità infantile colpa della pubblicità

Allarme obesità infantile in Italia

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>