Cos’è lo scroto, immagini e da cosa dipende il gonfiore

di Cinzia Iannaccio

Cos’è lo scroto? A cosa serve? Come è fatto? E cosa significa quando è gonfio? Lo scroto è parte del sistema genitale e riproduttivo maschile. E’ situato sotto il pene, tra le cosce ed è in pratica il  sacco di tessuto muscolare (non a caso si chiama anche sacco scrotale) che contiene e protegge i testicoli ed i vasi sanguigni con il funicolo spermatico ad essi collegati. E’ diviso internamente in due parti ognuna delle quali contiene un testicolo. Lo scroto protegge i testicoli da urti e movimenti, ma soprattutto li mantiene alla giusta temperatura (lievemente più bassa del resto del corpo) al fine di assicurare un’adeguata produzione di sperma.

 

Cos'è lo scroto a cosa serve cause gonfio

Se i testicoli non scendono nello scroto

cosa è scroto immagini cause gonfio

In genere alla nascita i bambini non hanno i testicoli scesi. Questo passaggio avviene fisiologicamente entro l’anno di vita: rappresenta uno dei controlli standard che il pediatra deve eseguire in tali fascia d’età. Può capitare che però questo non accada (testicolo retrattile o ritenuto) o accada che risalgano (testicolo ad ascensore): è necessario intervenire con terapia ormonale o intervento chirurgico. Il tutto in genere si esegue entro i 9-10 anni di vita del bambino (in passato si agiva più precocemente). Se il testicolo ritenuto non viene fatto scendere nello scroto si può andare incontro nell’età adulta a problemi di sterilità.

 

Scroto gonfio, tutte le cause

cosa è scroto immagini cause gonfio

Può capitare di avere lo scroto gonfio, talvolta accompagnato da dolore. La colpa può risiedere con un recente (e consapevole infortunio) o con alcune condizioni particolari di salute: un accumulo di liquidi, una massa in crescita, un’infiammazione. Ecco le altre cause più comuni:

 

  • Calcoli renali
  • Criptorchidismo (testicolo ritenuto)
  • Epididimite
  • Ernia inguinale
  • Idrocele
  • Insufficienza cardiaca congestizia
  • Nevralgia del Pudendo
  • Neuropatia diabetica
  • Orchite
  • Prostatite
  • Spermatocele
  • Tumore ai testicoli
  • Torsione testicolare
  • Varicocele

 

La condizione più grave e che richiede un immediato ricovero ospedaliero in pronto soccorso associata a gonfiore dello scroto è la torsione testicolare: si accompagna ad un dolore molto forte. Anche in tutti gli altri casi, seppur in assenza di dolore, è opportuno parlarne con il proprio medico curante.

Gonfiore allo scroto, quali cure?

Ovviamente le cure non possono prescindere da una diagnosi e cioè dalla valutazione di ciò che effettivamente provoca il problema. Le terapie infatti possono diverse a seconda dei casi, e solo il medico -specialista in andrologia-può fare la giusta valutazione: in situazioni lievi possono bastare antinfiammatori, riposo, impacchi di ghiaccio, in altri casi come per la torsione dei testicoli, è necessario un immediato approccio chirurgico. Occorre rivolgersi al medico precocemente anche se il gonfiore è associato a seguenti sintomi:

 

  • Presenza al tatto di un nodulo all’interno dello scroto
  • Febbre
  • Lo scroto è gonfio, rosso e dolente per più di un’ora consecutiva
  • Dolore acuto e improvviso
  • Se si è stati a contatto con bambino o adulto con orecchioni (parotite)
  • Vomito e diarrea

 

 

Leggi anche:

 

Scroto gonfio 9 cause possibili

 

Scroto gonfio cause sintomi cure

 

Dolore all’inguine, tutte le cause e cosa fare per la cura

 

Scroto e testicoli gonfi con dolore: le cause

Scroto gonfio, cause e cosa fare? Andrologo risponde

 

Foto: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>