Protesi in silicone potenzialmente cancerogene

di Vito Verna Commenta

Molte donne italiane ed europee rischierebbero il tumore al seno a causa dell'utilizzo di protesi mammarie difettose.

Secondo il Ministero ed il Ministro della salute francese Xavier Bertrand moltissime delle protesi mammarie di produzione dell’ormai fallimentare azienda francese PIP, ovverosia Poly Implant Prothese, sarebbero prodotte con gel e materiali non idonei che, oltre a causarne la rottura con conseguente dispersione dei liquidi in tutto l’organismo, sarebbero anche in grado di causare numerose gravi patologie, dalla semplice infiammazione al cancro al seno.

CANCRO AL SENO LEGATO A VARIAZIONE GENETICA

Proprio per questo motivo, a moltissime donne europee considerate a rischio, tra cui figurano anche circa 5.000 italiane, sarebbero stato consigliato, dagli enti competenti delle rispettive nazioni di appartenenza, di sottoporsi a specifici controlli che verifichino la qualità delle protesi loro impiantate e, in caso di riscontro positivo, di recarsi dal proprio chirurgo plastico per la rimozione e l’eventuale sostituzione della succitate protesi.

OLIO DI OLIVA PREVIENE I TUMORI AL SENO

L’operazione, naturalmente, sarà costosa e probabilmente proibitiva per molte donne ma, per favorire una pratica che potrebbe salvare moltissime persone, i competenti Ministeri italiano e francese hanno già confermato come, nel caso in cui il medico dovesse riscontrare l’avvenuto danneggiamento delle protesi o del tessuto mammario circostante oppure ancora la rottura della protesi impiantata in una donna già precedentemente sottoposta a mastectomia, le spese mediche saranno a carico del Sistema Sanitario Nazionale.

UTILITÀ DELLO SCREENING PER IL TUMORE AL SENO

Le donne interessate dal problema, secondo alcune preliminari stime prudenziali, sarebbero più di 30.000 solamente in Francia e come un buon numero di esse, ovverosia circa una decina, avrebbero contratto il cancro al seno in seguito all’utilizzo delle protesi mammarie incriminate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>