Per dimagrire basta fare attività fisica

di Vito Verna 1

Non si era però mai detto al paziente che potrebbe dimagrire semplicemente decidendo di svolgere una qualsiasi attività fisica.

Per dimagrire basta fare attività fisica

Si era sino ad oggi sempre sostenuto, sia in campo medico-scientifico che parlandone, colloquialmente, con amici e parenti piuttosto che con il proprio nutrizionista di fiducia, come un regime alimentare controllato, anche estremamente dietetico, potesse non bastare a far dimagrire senza eccessivi sforzi ne eccessivi sacrifici.

OBESITA’ MATERNA QUALE CAUSA DI AUTISMO

Ciò, come avremmo avuto modo di comunicarvi dalle colonne di Stetoscopio in più d’un’occasione, sarebbe purtroppo vero e, come ormai ampiamente dimostrato, se al cambiamento puramente alimentare non si accompagna, nel corso dei mesi, un radicale cambiamento delle proprie abitudini di vita, l’obiettivo agognato, ovverosia quello di riconquistare il peso forma, potrebbe non venir mai raggiunto.

FAST FOOD DANNOSO ANCHE PER LA PSICHE

Non si era però mai detto al paziente, poiché sarebbe notizia di queste ultimissime ore, che potrebbe dimagrire, di moltissimi chili, in brevissimo tempo e senza alcuna particolare rinuncia alimentari, semplicemente decidendo di svolgere una qualsiasi attività fisica.

PACEMAKER PER CONTROLLARE LA FAME

Stando ai ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center e della Facoltà di Medicina dell’Università di Harvard, e come comunicato in mattinata dalle colonne della prestigiosa rivista scientifica American Journal of Preventive Medicine, per dimagrire, infatti, basterebbe ricordare di:

ridurre drasticamente, se non addirittura eliminare, gli alimenti eccessivamente grassi dalla propria dieta

svolgere almeno 30 minuti di intensa attività fisica ogni giorno

Questa strategia, così semplice da apparire quasi banale, potrebbe consentire a chiunque di dimagrire, come dimostrato nel corso di un approfondito test sperimentale che, per oltre 5 anni, avrebbe coinvolto oltre 4.000 persone, patologicamente obese, con un Indice di Massa Corporea almeno equivalente a 30, almeno il 5% in più rispetto a quanto si potrebbe dimagrire seguendo un rigidissimo programma alimentare piuttosto che sottoponendosi ad una cura farmacologica a base di prodotti o medicinali dimagranti.

Commenti (1)

  1. Ciao Enrica,son arrivata alla terza punttaa del tuo audiocorso..Non voglio spoilerare , ma quello che hai detto e8 una cosa alla quale, poco per volta negli anni, son arrivata anch’io.Venendone da un disturbo di tipo bulimico, per me e8 sempre stato difficile distinguere quello che mi piace veramente da quello che invece mangio semplicemente perche9 e8 proibito/ipercalorico/pieno di grassi e quindi, non mangiandolo mai, nelle abbuffate e8 simbolo di trasgressione e lo si cerca avidamente per abusarne.Adesso invece voglio imparare a regolarmi.Da un po’ di tempo per esempio, non sopporto pif9 le mangiate con gli amici dove si va in ristoranti/trattorie dove ti servono piattate gigantesche, ma di qualite0 scadente, dove sec, al termine della serata la pancia scoppiere0, ma la gola sare0 solo in parte soddisfatta.Preferisco uscire poche volte a mangiare fuori, andando in quei pochi posti fidati dove so che magari il piatto di pasta avre0 dimensioni normali e non quelle di una ciotola per San Bernardo, ma il piatto e8 ricercato, preparato con cura, con una scelta meticolosa di ingredienti, ricercando gusti e accostamenti raffinati e gratificanti.Il tuo esempio della nutella? Non ci crederai, ma sono arrivata alla stessa conclusione!E cosec, candidamente, adesso posso affermare che la nutella non mi piace pif9! Gli altri mi guardano stralunati e io allora rispondo: Attenzione, ho detto nutella, non crema di cacao e nocciole! Certo, la strada e8 ancora lunga e in salita.Quantomeno perf2 mi fa piacere leggere che conclusioni alle quali sono arrivata da sola, vengono confermate da terzi.Questo e8 un incentivo a continuare su questa strada e semplicemente a metterci pif9 impegno e pif9 testa nell’ascoltare il mio corpo e i suoi bisogni naturali.Io poi, non sono grassa clinicamente (50 kg per 156 cm), ma mi sento grassa di testa, mi sento goffa e con un fardello di lardo sui fianchi.. probabilmente non reali, o meglio non cosec reali agli occhi di un’altra persona, rispetto a come li vedo io. E quante occasioni buttate al vento per questo motivo! Da anni non vado pif9 al mare perche9 mi sento oscena, evito di mettermi gonne e vestiti che ho nell’armadio (l’ultimo un regalo del mio fidanzato.. un bellissimo vestito di raso blu.. ma che io non ho il coraggio di mettere perche9 credo che solo una ragazza magra potrebbe indossare, non io).. quanti ragazzi che mi attraevano, quante occasioni perse, quante serate uscite con altre persone e passate ammutolita perche9 ossessionata dal pensiero: chisse0 cosa penseranno gli altri della mia ciccia e di quanto son orrenda , quanti inviti ad andare a ballare declinati, perche9 mi sento con la pancia, con le gambe enormi..Voglio cominciare a sentirmi magra e a godere del cibo.Voglio liberarmi di tutte le prigioni che mi sono autoimposta.Voglio cambiare la mia testa e imparare ad amarmi (cosa che non ho mai fatto in 28 anni).Spero di riuscirci, Enrica, e di venire qui a raccontartelo!Buon Natale!Che il regalo di oggi per me sia il mio primo Natale da magra di testa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>